Revoca sequestro cani leptospirosi (Ord. 14/2019)

REVOCA SEQUESTRO CANI AFFETTI DA LEPTOSPIROSI ORDINANZA N. 107/3.9.2018


IL SINDACO
VISTA la propria precedente ordinanza n. 107 del 30 settembre 2018 con la quale è stato
disposto il sequestro di un cane pittbull; i dati del proprietario sono riportati nell’allegato alla
presente;
RICHIAMATA la proposta di chiusura del focolaio di leptospirosi prot. 2183 del 13 febbraio
2019 AULSS n. 2 Servizio Sanità Animale Distretto di Asolo con la quale si prende atto del
decesso del cane di razza Pittbull nonché la guarigione, dopo accertamento sierologico del
secondo cane, i cui microchip sono riportati nell’allegato alla presente;
VISTO quanto previsto dal Regolamento di Polizia Veterinaria D.P.R. 320/54 e
dell’ordinanza 4 settembre 1985;
VISTO il Decreto Legislativo n. 267/2000;
RITENUTO necessario adottare provvedimento di revoca al sequestro;
ORDINA
La revoca della suddetta ordinanza n. 107 del 03/09/2018 avente per oggetto: “SEQUESTRO
CANI AFFETTI DA LEPTOSPIROSI – MISURE IGIENICO SANITARIE FOCOLAIO
LEPTOSPIROSI” di proprietà del sig. i cui dati sono riportati nell’allegato alla presente,
E’ fatto obbligo a chiunque spetti, di osservare e far osservare la presente Ordinanza.
Si trasmetta copia a:
– ULSS2 marca Trevigiana Servizio Sanità Animale diretto dal dr. De Rui – mail
protocollo.aulss2@pecveneto.it
– Corpo di Polizia Locale;
Si precisa che:
l’Amministrazione competente è il Comune di Volpago del Montello.
L’Ufficio competente è l’Ufficio Attività Produttive, edilizia privata e urbanistica, presso la
sede municipale di piazza Ercole Bottani n. 4.
il responsabile del procedimento è l’arch. Lorenzon Luca.
Avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale al Tribunale
Amministrativo Regionale per il Veneto ovvero, alternativamente, ricorso straordinario al
Presidente della Repubblica, rispettivamente entro 60 giorni o 120 giorni dal ricevimento del
presente atto, ai sensi dell’art. 8 e seguenti del D.P.R. 24 novembre 1971 n. 1199.
Volpago, lì 15/02/2019
IL SINDACO
Ing. Paolo Guizzo

Lascia un commento