Spese legali per causa Borsoi (Det. 578/2018 – € 14861,20)

INTEGRAZIONE IMPEGNO DI SPESA PER INCARICO RELATIVO ALLA COSTITUZIONE IN GIUDIZIO AVVERSO IL RICORSO AVANTI LA CORTE DI CASSAZIONE PROMOSSO DALLA SIG.RA B.A. CONTRO LA SENTENZA N. 894/2017 DELLA CORTE D’APPELLO DI VENEZIA, OLTRE AD INCARICO DI CUI ALLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE 46/2010.


IL RESPONSABILE DELL’AREA ATTIVITA’ PRODUTTIVE, EDILIZIA PRIVATA E
URBANISTICA
RICHIAMATE:
Deliberazione di Consiglio Comunale n. 77 del 27.12.2017 ad oggetto  “Approvazione
Bilancio di Previsione 2018-2020”;
 La deliberazione di Giunta Comunale n. 3 del 17.01.2018, con la quale è stato approvato il
“Piano Esecutivo di Gestione per l’anno 2018”;
Richiamati i seguenti atti::
 la deliberazione di Giunta Comunale n. 132 del 20.12.2017 di “Costituzione in giudizio
avverso il ricorso avanti la Corte di Cassazione promosso dalla sig.ra B.A. contro la
sentenza n. 894/2017 della Corte d’appello di Venezia.”;
 la determinazione n. 567 del 22.1.2017 “ASSUNZIONE IMPEGNO DI SPESA PER LA
COSTITUZIONE IN GIUDIZIO AVVERSO IL RICORSO AVANTI LA CORTE DI
CASSAZIONE PROMOSSO DALLA SIG.RA B.A. CONTRO LA SENTENZA N. 894/2017
DELLA CORTE D’APPELLO DI VENEZIA.”;
 la deliberazione di Giunta Comunale n. 46 del 2010, di “ASSISTENZA LEGALE CONTRO
RICORSO AL TAR PER ANNULLAMENTO PROVVEDIMENTO CONTRRIO SULLA
DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE E SU ORDINANZA DI DEMOLIZIONA SU
IMMOBILE”;
RITENUTO necessario provvedere prudenzialmente all’integrazione dell’impegno di spesa relativo
alle spese legali a favore dell’Avv. Guido Masutti, dello “Studio Legale BM & A”, congiuntamente
con l’avv. Luigi Manzi del Foro di Roma, con domicilio eletto presso lo studio del secondo in Roma,
Via F. Confalonieri n. 5;
CONSIDERATO che rispetto ad un’analisi effettuate durante il 2018 è merso che uno dei
precedenti incarichi allo stesso studio “BM & A” necessita di ulteriore integrazione;
RITENUTO di assumere la somma di € 14.591,20 comprensivo di spese (15%) e oneri fiscali (CI
4%+IVA 22%) quale integrazione rispetto alle vertenze legali in corso;
ACQUISITI ai sensi dell’art. 147 bis del D.Lgs. 267/2000:
 il parere favorevole, in ordine alla regolarità tecnica da parte del Responsabile dell’Area Attività
Produttive, Edilizia Privata e Urbanistica Mazzero Alessandro;
 il parere favorevole in ordine alla regolarità contabile da parte del Responsabile dell’Area
Economico – Finanziaria -Tributi Martin Levis;
AREA ATTIVITA’ PRODUTTIVE – ED.PRIV. – URBANISTICA n. 578 del 31-12-2018 – pag. 1
VISTO:
il decreto di nomina del Responsabile del Servizio Attività Produttive e  Area Urbanistica ed
Edilizia Privata n. 15 del 29/12/2017.
 l’art. 107 del D. L.vo n. 267 del 18 agosto 2000;

DATO ATTO che il presente provvedimento diventa esecutivo con l’apposizione del visto di
regolarità contabile attestante la copertura finanziaria;
DETERMINA
1.di assumere l’impegno di spesa complessivo di € 14.591,20 iva e spese comprese (€ 10.000 +
15% € 1500 + 4% CI € 460 + iva 22% € 2.631,20), al capitolo 134 del bilancio 2018, a titolo di
integrazione per l’assistenza legale per la “Costituzione in giudizio avverso il ricorso avanti la
Corte di Cassazione promosso dalla sig.ra B.A. contro la sentenza n. 894/2017 della Corte
d’appello di Venezia.”, e per integrare un ulteriore incarico del 2010;
2.di integrare tale incarico dell’Avv. Guido Masutti, dello “Studio Legale BM & A”,
congiuntamente con l’avv. Luigi Manzi del Foro di Roma, con domicilio eletto presso lo studio
del secondo in Roma, Via F. Confalonieri n. 5;
3.di dare atto che è rispettato il regolamento dei contratti.
4.il CIG relativo è Z862176A6E.
F.to Il Responsabile del Servizio
MAZZERO ALESSANDRO

Quota servizio Unipass (Det. 573/2018 – € 5844,06)

RIPARTIZIONE ANNO 2018 DELLE QUOTE DI PARTECIPAZIONE ALLE SPESE RELATIVE AL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE ASSOCIATO “UNIPASS” GESTITO DAL CONSORZIO BIM PIAVE TREVISO QUALE ENTE CAPOFILA. ASSUNZIONE IMPEGNO DI SPESA.


IL RESPONSABILE DELL’AREA ATTIVITA’ PRODUTTIVE, EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA
RICHIAMATE:
Deliberazione di Consiglio Comunale n. 77 del 27.12.2017 ad oggetto  “Approvazione
Bilancio di Previsione 2018-2020”;
 La deliberazione di Giunta Comunale n. 3 del 17.01.2018, con la quale è stato approvato il
“Piano Esecutivo di Gestione per l’anno 2018”;
RICHIAMATA la deliberazione di Giunta Comunale n. 118 del 5.12.2018 ad oggetto
“RIPARTIZIONE ANNO 2018 DELLE QUOTE DI PARTECIPAZIONE ALLE SPESE RELATIVE AL
FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE ASSOCIATO “UNIPASS” GESTITO DAL
CONSORZIO BIM PIAVE TREVISO QUALE ENTE CAPOFILA. APPROVAZIONE.”
RITENUTO necessario assumere l’impegno di spesa di € 5.844,06 a favore del Consorzio BIM
Piave Treviso quale quota di partecipazione alle spese relative al funzionamento del servizio
intercomunale associato “UNIPASS”, come da comunicazione in data 31.01.2018 prot. 1592;
ACQUISITI ai sensi dell’art. 147 bis del D.Lgs. 267/2000:
 il decreto di nomina del Responsabile del Servizio Attività Produttive e Area Urbanistica ed
Edilizia Privata n. 15 del 29/12/2017;
 il parere favorevole in ordine alla regolarità contabile da parte del Responsabile dell’Area
Economico – Finanziaria -Tributi Martin Levis;
VISTO:
 il parere favorevole, in ordine alla regolarità tecnica da parte del Responsabile del Servizio
Attività Produttive e Area Urbanistica ed Edilizia Privata;
 l’art. 107 del D. L.vo n. 267 del 18 agosto 2000;
 la normativa applicabile ed in particolare il D.lgs. del 18.08.2000 n. 267 e gli articoli 2222 e
seguenti del Codice Civile;
DETERMINA
1.di assumere la spesa di € 5.844,06 a favore del Consorzio BIM Piave Treviso quale quota
di partecipazione alle spese relative al funzionamento del servizio intercomunale associato
“UNIPASS”;
2.di impegnare la somma complessiva di € 5.844,06 al capitolo 140 del bilancio 2018;
3.di provvedere alla liquidazione della somma con successivo provvedimento.
AREA ATTIVITA’ PRODUTTIVE – ED.PRIV. – URBANISTICA n. 573 del 31-12-2018 – pag. 1
F.to Il Responsabile del Servizio
MAZZERO ALESSANDRO

Redazione quinta variante parziale piano interventi (Det. 555/2018 – € 15860)

AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE PER LA REDAZIONE DELLA VARIANTE PARZIALE N. 5 AL PIANO DEGLI INTERVENTI, AI SENSI DELL’ART. 17 E 50 DELLA LR 11/2004, ADEGUAMENTO DEL PAT E DELLE NTO ALLA LEGGE REGIONALE 14-2017 SUL CONTENIMENTO DELL’USO DEL SUOLO, ADEGUAMENTO DEL REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE SECONDO QUANTO STABILITO DAL RET (REGOLAMENTO EDILIZIO TIPO).


IL RESPONSABILE DELL’AREA ATTIVITA’ PRODUTTIVE, EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA
RICHIAMATE:
Deliberazione di Consiglio Comunale n. 77 del 27/12/2017 ad oggetto  “Approvazione
Bilancio di Previsione 2017-2019”;
 La deliberazione di Giunta Comunale n. 3 del 17.01.2018 di “Esame ed approvazione del
Piano Esecutivo di Gestione per l’anno 2018”
PREMESSO che:
 il Comune di Volpago del Montello è dotato di PAT, approvato con conferenza di Servizi in
data 11.03.2016 e approvata con delibera della giunta provinciale n. 92 del 2 maggio 2016;
 il Comune di Volpago del Montello è altresì dotato di Piano d’Area del Montello, variante di
adeguamento al PRG approvata con Delibera di C.C. n. 41 del 23.07.2007, e successive
varianti;
 ai sensi dell’art. 48 comma 5 bis della L.R. 11/2004 il primo Piano degli Interventi (PI) risulta
essere il PRG vigente per le parti non in contrasto con le indicazioni del PAT approvato;
RICORDATO che tra i programmi prefissati da questa Amministrazione Comunale c’è la volontà di
procedere alla redazione ed approvazione del Piano degli Interventi (PI) come previsto dall’art. 17,
18 e 50 della LR 11/2004.
RICHIAMATE le Varianti al Piano degli interventi già approvate:
1.Variante n. 1 al PI – APPROVAZIONE DELLA PRIMA VARIANTE AL PIANO DEGLI
INTERVENTI “VARIANTI VERDI” AI SENSI DELL’ART. 18 COMMA 4 DELLA LR 11/2004,
approvata con deliberazione di Consiglio Comunale n. 41 del 26.07.2017;
2.Variante n. 2 al PI – APPROVAZIONE DELLA SECONDA VARIANTE AL PIANO DEGLI
INTERVENTI PER “MODIFICHE AD ALCUNE ZONE PER INSERIMENTO DI VIABILITA’
DI PROGETTO E ZONE A STANDARD NEI PRESSI DEL MUNICIPIO”, AI SENSI
DELL’ART. 18 COMMA 4 DELLA LR 11/2004, approvata con deliberazione di Consiglio
Comunale n. 66 del 11.11.2017;
Variante n. 3 al PI – APPROVAZIONE TERZA VARIANTE AL PIANO DEGLI INTERVENTI
3.
PER: ADEGUAMENTO DELLA CARTOGRAFIA, MODIFICHE AD ALCUNE ZONE PER LA
REALIZZAZIONE DI OPERE PUBBLICHE E/O TRASFORMAZIONI DI AREE A SEGUITO
DdeI liIbSeTraAzNioZnEe, dAi IC oSnEsNigSliIo DCEoLmLu’AnaRlTe .n 1. 83 8C dOelM 3M0.A0 74.2 0D1E8L;LA LR 11/2004, approvata con
Variante n. 4 al PI – VARIANTE AL PI N. 4, FINALIZZATA ALLA VARIAZIONE DEL
4.
PROGETTO DI REALIZZAZIONE DI UN MARCIAPIEDE IN VIA VENOZZI – OPERA
AREA ATTIVITA’ PRODUTTIVE – ED.PRIV. – URBANISTICA n. 555 del 28-12-2018 – pag. 1
PUBBLICA DENOMINATA “REALIZZAZIONE DI UN MARCIAPIEDE IN VIA VENOZZI,
PAVIMENTAZIONE DELL’AREA ESTERNA DEL CENTRO COTTURA COMUNALE,
ASFALTATURA DI VICOLO CANTARARE ED ALCUNI TRATTI DI STRADE BIANCHE” –
AI SENSI DEGLI ARTT. N. 9, 19 DPR 327/2001 E ART. 24 DELLA L.R. N. 27/2003,
approvata con deliberazione di Consiglio Comunale n. 45 del 29.09.2018;
ATTESO che si rende necessario procedere alla redazione di un’ulteriore variante al Piano degli
Interventi, al fine di poter rendere attuative alcune previsioni già inserite nel PAT, in particolare di
alcune aree di espansione oggetto di accordi di pianificazione ai sensi dell’art. 6 della L.R. 11/2004
ed altre istanze che erano state inserite con la variante di adeguamento generale al PI n. 3;
RITENUTO inoltre necessario adeguare i propri strumenti di pianificazione (PAT, PI e NTO) alla
Leggere Regionale n. 14/2014 – Disposizioni per il contenimento del consumo di suolo e modifica
della legge regionale n. 11/2004 “Norme per il governo del territorio e in materia di paesaggio” – in
particolare ai sensi dell’art. 13 comma 10;
ATTESO che nel corso del 2019 è necessario adeguare il proprio Regolamento Edilizio Comunale
al RET – Regolamento Edilizio Tipo – conformemente a quanto stabilito dalle Linee Guida della
Regione del Veneto di cui alla DGRV n. 669 del 15.05.2018;
RITENUTO necessario procedere alla redazione delle seguenti attività:
VARIANTE N. 5 AL PIANO DEGLI INTERVENTI, AI SENSI DELL’ART.  17 E 50 DELLA LR
11/2004 ED AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE N. 14-2017;
 ADEGUAMENTO DEL PAT ALLA LEGGE REGIONALE 14-2017 SUL CONTENIMENTO
DELL’USO DEL SUOLO;
 ADEGUAMENTO DEL REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE SECONDO QUANTO
STABILITO DAL RET (REGOLAMENTO EDILIZIO TIPO);
 ADEGUAMENTO DELLE NTO DEL PI (PIANO DEGLI INTERVENTI)
incaricando a tal fine un professionista esterno per produrre gli elaborati necessari alla loro
successiva adozione da parte del Consiglio Comunale.
CONSIDERATO che l’affidamento a professionista esterno si rende obbligatorio in quanto le
strutture interne non sono in grado di redigere il Piano urbanistico in oggetto, per mancanza di
alcune competenze specialistiche richieste (geologiche, idrauliche, ambientali, ecc.), oltre alla
necessità di avere una figura in grado per capacità ed esperienza, di assicurare il raggiungimento
degli obiettivi prefissati dall’A.C.;
DATO ATTO che all’interno del comune le figure professionali presenti all’interno dell’ufficio tecnico
per l’espletamento di tale incarico non dispongono, oltre che di tutte le competenze specifiche,
delle risorse strutturali necessarie all’espletamento del lavoro (gestione delle banche dati);
ATTESO che l’affidamento alla Ditta Proteco engineering S.r.l. di San Donà di Piave, nella persona
del legale rappresentante arch. Valter Granzotto, fatto con determinazione n. 533 del 13.12.2016,
riguarda tra l’altro la variante al primo Piano degli Interventi (dopo l’approvazione del PAT, il primo
PI è il PRG vigente ai sensi dell’art. 48 comma 5 bis della LR 11/2004);
DATO ATTO che la Ditta Proteco engineering S.r.l. di San Donà di Piave, a seguito di selezione
con gara pubblica, ha redatto per conto del Comune di Volpago del Montello la parte strutturale
della pianificazione comunale (PAT) dimostrando competenza professionale con una prestazione
che ha finora superato il vaglio ed il giudizio delle strutture regionali e provinciali preposte alla
valutazione delle scelte pianificatorie operate dal comune;
RITENUTO conveniente procedere quindi, di affidare l’incarico professionale alla stessa Ditta,
anche per la redazione delle attività descritte sopra;
VISTO l’art. 1 del D.L.N. 95/6.7.2012 convertito in Legge n. 135/7.8.2012 nonché l’art. 26 comma 3
della Legge 23.12.1999 n. 488, e dato atto che il presente approvvigionamento viene effettuato
AREA ATTIVITA’ PRODUTTIVE – ED.PRIV. – URBANISTICA n. 555 del 28-12-2018 – pag. 2
attraverso autonoma procedura, mediante affidamento diretto, in quanto non risultano attive
convenzioni gestite da CONSIP spa riguardante tipologie di beni comparabili con quelli oggetto del
presente atto;
VISTO l’art. 1 comma 450 della Legge n. 296/27.12.2006 come modificato dall’art. 7 comma 2 del
D.L. n. 52/7.5.2012 convertito in Legge m. 94/6.7.2012 e dato atto che il presente acquisto ha per
oggetto beni non compresi tra quelli presenti nel mercato elettronico della pubblica
amministrazione (MEPA) istituito da Consip;
CONSIDERATO che essendo l’importo stimato per l’incarico inferiore a € 40.000,00 può trovare
applicazione nell’articolo 30 comma 1 e art. 36 comma 2 lett. a) del Codice dei contratti D.Lgs. n.
50 del 18.04.2016, poiché tale scelta garantisce la celere individuazione dell’operatore economico,
nel rispetto dei principi enunciati dall’art. 30 del D.Lgs. 50/2016;
VISTO che la ditta Proteco Engineering S.r.l. di San Donà di Piave con nota del 20.12.2018 prot.
17153 si è dichiarata disponibile ad eseguire le prestazione relativamente alle attività descritte in
premessa per importo di € 12.500,00 oltre al contributo integrativo e IVA;
CONSIDERATO che l’esperienza pregressa maturata nella pianificazione urbanistica del comune
dalla ditta Proteco Engineering S.r.l. in termini di possesso di materiali, dati ed informazioni sulla
realtà territoriale, è da ritenersi il miglior presupposto per adempiere all’incarico nei termini di
celerità, qualità, affidabilità ed anche, valutata la congruità dell’importo richiesto per la prestazione,
di economicità;
ACCERTATO che i professionisti della ditta Proteco Engineering S.r.l. sono in possesso dei
requisiti prescritti dal codice dei contratti;
RICHIAMATO il curriculum, allegato alla presente, dal quale si evince il possesso di adeguata
preparazione e competenza professionale in materia;
STABILITO che, tale prestazione dovrà essere svolta secondo quanto indicato nella lettera
commerciale di affidamento incarico;
VISTO l’art. 36 comma 2 lett. a), del Codice dei contratti pubblici, D.Lgs n. 50/2016;
VISTO:
il Decreto Sindacale n. 15 del 29.12.2017 di nomina di Responsabile del  Servizio Tecnico
Area Attività produttive, Edilizia Privata e Urbanistica;
 l’art. 107 del D. L.vo n. 267 del 18 agosto 2000;
ACQUISITI ai sensi dell’art. 147 bis del D.Lgs. 267/2000:
 il parere favorevole, in ordine alla regolarità tecnica da parte del Responsabile dell’Area
Attività Produttive, Edilizia Privata e Urbanistica;
 il parere favorevole in ordine alla regolarità contabile da parte del Responsabile dell’Area
Economico – Finanziaria -Tributi;
DATO ATTO che il presente provvedimento diventa esecutivo con l’apposizione del visto di
regolarità contabile attestante la copertura finanziaria;
DETERMINA
1. Di affidare ai sensi dell’art. 30 comma 1 e art. 36 comma 2 lett. a) del Codice dei contratti
D.Lgs. n. 50 del 18.04.2016, per quanto esposto in premessa, alla Ditta Proteco engineering
S.r.l. di San Donà di Piave, nella persona del legale rappresentante arch. Valter Granzotto,
l’incarico per la REDAZIONE DELLA VARIANTE N. 5 AL PIANO DEGLI INTERVENTI, AI
SENSI DELL’ART. 17 E 50 DELLA LR 11/2004 ED AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE N.
14-2017; ADEGUAMENTO DEL PAT ALLA LEGGE REGIONALE 14-2017 SUL
AREA ATTIVITA’ PRODUTTIVE – ED.PRIV. – URBANISTICA n. 555 del 28-12-2018 – pag. 3
CONTENIMENTO DELL’USO DEL SUOLO; ADEGUAMENTO DEL REGOLAMENTO
EDILIZIO COMUNALE SECONDO QUANTO STABILITO DAL RET (REGOLAMENTO
EDILIZIO TIPO); ADEGUAMENTO DELLE NTO DEL PI (PIANO DEGLI INTERVENTI), per un
importo complessivo di €. 15.860,00 contributo integrativo e iva compresi (€ 12.500,00 + CI
4% € 500,00 + iva 22% € 2.860,00):
Regione sociale: PROTECO Engineering S.R.L.
Indirizzo: Via Cesare Battisti, 39 – 30027 SAN DONA’ DI PIAVE (VE)
Partita Iva: 03952490278
di assumere l’impegno di spesa complessivo di € 15.860,00 al capitolo 2. 3278 “Formazione
adeguamento strumenti urbanistici” del bilancio 2018;
3. di dare atto che il CIG relativo è Z362684AFF;
4. di dare atto che il contratto sarà stipulato con lettera commerciale ed il tempo assegnato per
l’esecuzione del servizio è di giorni 75 dalla comunicazione di aggiudicazione;
5. di dare atto che il presente provvedimento viene effettuato nel rispetto dell’art. 3 della L.
136/2010 e ss.mm.ii in tema di tracciabilità dei flussi finanziari;
6. di dare atto che tale impegno di spesa è compatibile con i pagamenti previsti nel corso
dell’esercizio 2018 ai fini del rispetto delle regole di finanza pubblica;
7. di pubblicare il presente provvedimento all’albo pretorio ai sensi e nel sito web istituzionale alla
sezione Amministrazione trasparente/consulenti e collaboratori ai sensi dell’art. 15 del D.Lgs
n. 33/2013.
F.to Il Responsabile del Servizio
MAZZERO ALESSANDRO

Incarico variante Piano Area Montello (Det. 554/2018 – € 18247,04)

ASSUNZIONE IMPEGNO DI SPESA A FAVORE DEL COMUNE DI MONTEBELLUNA (CAPOFILA) PER L’AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE PER LA REDAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO D’AREA DEL MONTELLO.


IL RESPONSABILE DELL’AREA ATTIVITA’ PRODUTTIVE – EDILIZIA PRIVATA –
URBANISTICA
RICHIAMATA la deliberazione di Giunta Comunale n. 3 del 17/01/2018 di “Esame ed approvazione
del Piano Esecutivo di Gestione per l’anno 2018” e la Deliberazione di Consiglio Comunale n. 77
del 27/12/2017 ad oggetto “Approvazione di Bilancio di previsione 2017-2019”;
PREMESSO che:
con deliberazione di Giunta Regionale n. 526 del 22.2.2000 è stato adottato  il Piano d’Area
del Montello;
 con deliberazione di Consiglio Regionale n. 36 del 31.7.2003 è stato approvato il Piano
d’Area del Montello;
 con deliberazione di Giunta Regionale n. 849 dell’11.3.2005 è stata adottata una variante
alle norme di attuazione del Piano d’Area;
 con deliberazione di Consiglio Comunale n. 41 del 23.07.2017 è stata APPROVATA LA
VARIANTE ADEGUAMENTO PIANO D’AREA DEL MONTELLO, AI SENSI ART. 48
COMMA 1 TER DELLA L.R. 11/2004 E COMMI 9 LETT. C) E 13 ART. 50 DELLA L.R.
61/85;
 il Comune di Volpago del Montello è dotato di PAT, approvato con conferenza di Servizi in
data 11.03.2016 e approvata con delibera della giunta provinciale n. 92 del 2 maggio 2016;
PREMESSO che:
– durante un incontro pubblico svoltosi in data 19 maggio 2017 in località Santa Maria tra
Amministratori locali e Cittadini, è emersa l’insoddisfazione della popolazione del Montello – che si
percepisce come Comunità unitaria, ancorché amministrata da cinque Comuni – nei confronti
dell’efficacia di alcune previsioni degli attuali strumenti di governo territoriale: il Piano d’Area, la
Rete Natura 2000 e i diversi Piani regolatori comunali;
– è evidente una difficoltà interpretativa connessa all’applicazione del Piano d’Area in relazione ad
una datata rappresentazione cartografica ideogrammatica e non digitale, che ha indotto ad un
recepimento difforme dei vincoli nei diversi Piani, ad esempio nella dimensione idrogeologica,
delicata per la presenza delle doline;
– che è altresì evidente la difficoltà nell’applicazione dei vincoli introdotti dalla Rete Natura 2000, e
dal SIC – Sito di Interesse Comunitario del Montello, poiché alcune definizioni – quale quella dei
prati stabili – paiono inadeguate a rappresentare la reale situazione ambientale, frapponendo così
ostacoli alla normale conduzione agricola dei fondi;
– che il Montelletto, fratello minore dal punto di vista geologico del Montello, peraltro non
interessato dal SIC – Sito di Interesse Comunitario presenta analoghe caratteristiche ambientali e
storiche, tali da consigliare un approccio unitario;
AREA ATTIVITA’ PRODUTTIVE – ED.PRIV. – URBANISTICA n. 554 del 28-12-2018 – pag. 1
PRESO ATTO che le Amministrazioni comunali di Montebelluna, Volpago del Montello, Giavera
del Montello, Nervesa della Battaglia, Crocetta del Montello e Caerano di San Marco, condividono
la necessità di coordinare tra loro i Piani e i Programmi che intendono attuare, perseguendo
strategie comuni di trasformazione di un ambito sovracomunale particolarmente fragile, con
l’obiettivo di garantirne la tutela e anche la valorizzazione paesaggistico-ambientale, nell’interesse
della collettività;
ATTESO che:
– in un incontro effettuato in data 28 luglio 2017 fra i Sindaci d’area, l’Assessore regionale
all’Urbanistica e la Dirigente regionale delle Soprintendenze del Veneto, analizzate le diverse
possibilità, si è concordato sulla necessità di lavorare in sinergia per il raggiungimento degli
obiettivi predetti, riducendo conseguentemente i tempi ed i costi di una attività di pianificazione
strategica;
– in un incontro svoltosi in data 11 gennaio 2018 presso Villa Binetti Zuccareda, tra i Sindaci dei sei
Comuni insistenti nell’area del Montello e Montelletto, la Dirigente delle Soprintendenze del Veneto
e il Dirigente regionale della Direzione Pianificazione Territoriale, si è convenuto di procedere
all’attivazione della procedura di redazione del P.A.T.I. tematico dell’Area del Montello e
Montelletto, recependo gli Indirizzi e criteri operativi per la tutela del paesaggio agro-forestale del
Montello, licenziati il 22 settembre 2017 a Venezia dalla Regione del Veneto e dal Ministero dei
Beni Culturali e del Turismo, nel rispetto delle procedure partecipative previste dalla norma,
estendendone l’applicabilità anche al Montelletto;
CONSIDERATO che da un’analisi relativa ai costi per l’affidamento dell’incarico professionale per
la redazione del P.A.T.I. tematico dell’Area del Montello e Montelletto, è stata stimata una
somma pari a € 60.000,00 oltre contributo integrativo e IVA, da suddividersi secondo quanto
stabilito dalla tabella inviata dal Comune di Montebelluna (capofila) in data 23.10.2018 prot. 14452;
VISTO che per il Comune di Volpago del Montello la spesa di prevista dalla ripartizione è pari a €
14.381,34 oltre contributo integrativo e IVA, per complessivi € 18.247,04;
RITENUTO di assumere la spesa di € 18.247,04 a favore del Comune di Montebelluna in veste di
capofila, che dovrà individuare il professionista per svolgere l’incarico di cui in premessa;
VISTO:
il Decreto Sindacale n. 15 del 29.12.2017 di nomina di Responsabile del  Servizio Tecnico
Area Attività produttive, Edilizia Privata e Urbanistica;
 l’art. 107 del D. L.vo n. 267 del 18 agosto 2000;
ACQUISITI ai sensi dell’art. 147 bis del D.Lgs. 267/2000:
 il parere favorevole, in ordine alla regolarità tecnica da parte del Responsabile dell’Area
Attività Produttive, Edilizia Privata e Urbanistica;
 il parere favorevole in ordine alla regolarità contabile da parte del Responsabile dell’Area
Economico – Finanziaria -Tributi;
DATO ATTO che il presente provvedimento diventa esecutivo con l’apposizione del visto di
regolarità contabile attestante la copertura finanziaria;
DETERMINA
1. Di incaricare il Comune di Motebelluna (in veste di Capofila) all’individuazione del
professionista per svolgere l’incarico per la redazione del P.A.T.I. tematico dell’Area del
Montello e Montelletto, di cui fanno parte i comuni di: Caerano di San Marco, Montebelluna,
Crocetta del Montello, Volpago del Montello, Giavera del Montello, Nervesa della Battaglia;
2. assumere l’impegno di spesa a favore Comune di Montebelluna in veste di capofila, per un
importo complessivo di €. 18.247,04 contributo integrativo e iva compresi (€ 14.381,34 + CI +
iva);
AREA ATTIVITA’ PRODUTTIVE – ED.PRIV. – URBANISTICA n. 554 del 28-12-2018 – pag. 2
di assumere l’impegno di spesa complessivo di €. 18.247,04 al capitolo 3. 3278 “Formazione
adeguamento strumenti urbanistici” del bilancio 2018;
4. di dare atto che tale impegno di spesa è compatibile con i pagamenti previsti nel corso
dell’esercizio 2018 ai fini del rispetto delle regole di finanza pubblica;
5. di pubblicare il presente provvedimento all’albo pretorio ai sensi e nel sito web istituzionale alla
sezione Amministrazione trasparente/consulenti e collaboratori ai sensi dell’art. 15 del D.Lgs
n. 33/2013.
F.to Il Responsabile del Servizio
MAZZERO ALESSANDRO

Ampliamento videosorveglianza (Det. 501/2018 – € 23180)

ASSUNZIONE IMPEGNO DI SPESA PER AMPLIAMENTO IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO COMUNALE


IL RESPONSABILE DELL’AREA ATTIVITA’ PRODUTTIVE, EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA
RICHIAMATE:
Deliberazione di Consiglio Comunale n. 77 del 27.12.2017 ad oggetto  “Approvazione
Bilancio di Previsione 2018-2020”;
 La deliberazione di Giunta Comunale n. 3 del 17.01.2018, con la quale è stato approvato il
“Piano Esecutivo di Gestione per l’anno 2018”;
PREMESSO che:
 attualmente nel territorio comunale sono presenti 2 impianti di videosorveglianza, uno che
interessa la Piazza degli Alpini, facciata municipio e facciata ex municipio, e l’altro che
interessa la viabilità della zona peep e delle frazioni di Venegazzù e Selva;
 Il primo impianto di videosorveglianza risulta danneggiato e non completamente
funzionante, oltre che ad avere una risoluzione video che non permette nella maggior parte
dei casi di cogliere dettagli utili in caso di necessità;
ATTESO che è necessario procedere alla sostituzione dell’impianto più datato per i motivi di cui
sopra, oltre che al potenziamento del sistema di videosorveglianza più recente, al fine di dare una
completa copertura di alcune zone di interesse strategico;
DATO ATTO che l’Amministrazione Comunale, tenuto conto delle zone del territorio più esposte
dal punto di vista della sicurezza, ha valutato opportuni i seguenti interventi:
 espandere l’impianto esistente anche per il retro del municipio, in particolare nel parcheggio
e nel parco giochi, oltre che offrire una completa copertura di piazza Bottani e della viabilità
del centro del paese;
 provvedere al monitoraggio del centro della frazione di Santa Maria della Vittoria, in quanto
su segnalazione dei cittadini sono avvenuti diversi furti su autovetture;
VALUTATI gli interventi atti a garantire la connessione della frazione di Santa Maria della Vittoria
all’impianto esistente, come segue, tenuto conto del fatto che tale frazione si trova in una zona
scarsamente coperta dalla rete mobile e risulta difficoltoso, oltre che oneroso, stendere della fibra
ottica per lo scopo in premessa:
 procedere all’installazione di un ponte radio, utilizzando la torre piezometrica sita nel
Comune di Povegliano, come punto di appoggio per la trasmissione del segnale tra il
campanile di Santa Maria della Vittoria e lo stabile dell’ex municipio, sede degli uffici della
polizia locale;
 a ponte radio effettuato, sfruttare tale collegamento non solo per la videosorveglianza, ma
anche per portare nella frazione ulteriori servizi, come ad esempio un punto di accesso wifi
nella piazza di Santa Maria delle Vittoria, data la scarsa copertura del segnale telefonico da
parte di tutti gli operatori mobili;
AREA ATTIVITA’ PRODUTTIVE – ED.PRIV. – URBANISTICA n. 501 del 12-12-2018 – pag. 1
RITENUTO pertanto di procedere alla realizzazione del seguente ampliamento dell’infrastruttura di
videosorveglianza:
N.4 telecamere per il monitoraggio di Piazza Ercole Bottani, e della  zona parcheggio
retrostante il municipio ed il parco;
 N.1 telecamera a 360° per il monitoraggio della viabilità del centro di Volpago del Montello,
oltre che alla facciata dell’ex municipio
 N.2 telecamere per il monitoraggio della Piazza degli Alpini;
 N.2 telecamere per il monitoraggio della Piazza di Santa Maria della Vittoria
 N.2 ponti radio tra Santa Maria della Vittoria e la torre piezometrica del comune di Povegliano,
e tra la torre stessa verso l’ex municipio di Volpago del Montello;
 N.1 ponte radio a corto raggio tra il campanile di Santa Maria della Vittoria ed il centro di Santa
Maria;
 N.1 accesso point per la piazza di Santa Maria.
RICHIAMATA la determinazione n. 363/2015, con la quale, a seguito di una gara di appalto, è
stata individuata la ditta Teletronica SPA come affidataria della fornitura dell’impianto di
videosorveglianza del territorio comunale;
PRECISATO che tale ditta in data 01/11/2018 è stata oggetto di fusione mediante incorporazione
nella società Axians Saiv SPA con sede in Vicenza;
RITENUTO pertanto opportuno avvalersi del mercato elettronico per le pubbliche amministrazioni,
al fine di richiedere una trattativa diretta per quanto elencato in parola;
CONSIDERATA la trattativa diretta n. 747051 con la quale la ditta Axians Saiv SPA con sede in
Vicenza ha offerto la fornitura dell’impianto di cui sopra per un importo pari ad € 23.180,00 iva 22%
compresa;
CONSIDERATO che, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lettera a) del Codice dei contratti pubblici, per
importi inferiori a 40.000 euro, si può procedere mediante affidamento diretto;
ACQUISITI ai sensi dell’art. 147 bis del D.Lgs. 267/2000:
 il decreto di nomina del Responsabile del Servizio Attività Produttive e Area Urbanistica ed
Edilizia Privata n. 15 del 29/12/2017;
 il parere favorevole in ordine alla regolarità contabile da parte del Responsabile dell’Area
Economico – Finanziaria -Tributi Martin Levis;
VISTO:
 il parere favorevole, in ordine alla regolarità tecnica da parte del Responsabile del Servizio
Attività Produttive e Area Urbanistica ed Edilizia Privata;
 l’art. 107 del D. L.vo n. 267 del 18 agosto 2000;
 la normativa applicabile ed in particolare il D.lgs. del 18.08.2000 n. 267 e gli articoli 2222 e
seguenti del Codice Civile;
DETERMINA
1.di affidare la fornitura dell’impianto in premessa alla ditta Axians Saiv spa con sede in Via
Zamenhof 843, 36100 Vicenza – PIVA 02341030241;
2.di impegnare la somma complessiva di € 23.180,00 iva compresa così ripartita:
 € 18.416,00 al capitolo 2030/2018;
 € 1.000,00 al capitolo 3114/2018;
 € 3.000,00 al capitolo 3099/2018;
 € 764,00 al capitolo 2039/2018.
3.di dare atto che il CIG relativo è ZD62641B54
AREA ATTIVITA’ PRODUTTIVE – ED.PRIV. – URBANISTICA n. 501 del 12-12-2018 – pag. 2
F.to Il Responsabile del Servizio
MAZZERO ALESSANDRO