DELLA SERIE: SE À SEMPRE FAT CUSÌTA!

È evidente che il sindaco, con questo articolo, non risponde certamente al nostro intervento relativo all’opera di fronte la chiesa di Volpago, ma sicuramente a qualcun altro. La Civica non ha contestato l’opera in quanto tale, si è invece soffermata sull’estetica, degna di un’anonima zona industriale e non del sagrato della parrocchiale.
Egregio sindaco, esiste una infinità di materiali ben più consoni ad un luogo sacro, rispetto ad un tetro ed anonimo manto d’asfalto. È la cura del dettaglio che fa la differenza, pur nel rispetto della normativa vigente. Pertanto invitiamo il Primo Cittadino a rileggersi il nostro intervento, magari due volte in due giorni diversi, come facevano i giudici della Serenissima. Repubblica che dell’estetica ne fece un vanto per secoli

LA BELLEZZA “POTREBBE” SALVARE IL MONDO.

Se davvero un giorno la bellezza dovesse salvare il mondo, Volpago ne rimarrebbe esclusa. Ogni occasione per poter abbellire il nostro paese viene sprecata.
L’ultima, ma solo in ordine di tempo, è il nuovo marciapiedi corredato da dissuasore di fronte alla chiesa di Volpago. Il monumento più rappresentativo del capoluogo si trova ad avere, a ridosso del sagrato, solo una banale colata d’asfalto che, se rispetta le normative come è giusto che sia, dal punto di vista estetico è semplicemente “brutto” tanto che l’assoluta mancanza di cura nei dettagli sminuisce e banalizza tutto il resto intorno: materiali completamente diversi e male accostati, muretto di contenimento del manto erboso parzialmente coperto o rattoppato, banalissimi paletti peraltro posati in opera senza un minimo di cura.
Era stato chiesto a chiare lettere in consiglio comunale che si prestasse attenzione nella scelta dei materiali e dell’esistente, però, così evidentemente non è stato ed è sotto gli occhi di tutti. Se manca il senso del bello, bastava usare almeno il buon senso, un minimo di attenzione nel conservare la dignità della chiesa considerando che la soluzione a tutti i problemi non si ottiene sempre e solo con la solita grezza mano di asfalto, ne esistono di alternative soprattutto quando si ostentano investimenti nel comune da milioni euro.

Avviso asta pubblica ex scuola elementare

AVVISO D’ASTA PUBBLICA PER LA VENDITA DI IMMOBILE DI PROPRIETA’ COMUNALE EX SCUOLA ELEMENTARE DI VIA DEL MEDICO


IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO LAVORI PUBBLICI
In esecuzione della Deliberazione Consiliare n. 12 del 05.04.2019, con la quale è stato aggiornato il Documento Unico di Programmazione (DUP) per il triennio 2019-2021 all’interno del quale è inserito il Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari per l’anno 2019, nonché della Determinazione del Responsabile del Servizio Tecnico Lavori Pubblici-Urbanistica di indizione di asta pubblica n. 143 del 18.04.2019, atti esecutivi ai sensi di legge,
RENDE NOTO
che il giorno martedì 4 GIUGNO 2019, con inizio alle ore 09.00, presso la Sede Comunale di Piazza Ercole Bottani n. 4 in Volpago del Montello (TV) avrà luogo l’asta pubblica per la vendita di immobile di proprietà comunale, fino a giugno 2017 sede della ex scuola elementare del capoluogo e, attualmente, adibito a sede di Associazioni, catastalmente identificato come segue:
CATASTO TERRENI – Comune di Volpago del Montello (TV)
Foglio 22, Particella n. 1251 Ente Urbano di mq. 3.925
CATASTO FABBRICATI – Comune di Volpago del Montello (TV)
Sezione C, Foglio 2, Particella n. 1251 – sub 3-4, Categoria B/5 – Classe 3,
Consistenza mc. 5.995, Superficie catastale mq. 1655 – Rendita € 9.288,47
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 2 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
CONDIZIONI E MODALITA’ DI VENDITA
1 PROCEDURA DI VENDITA
L’individuazione dell’acquirente avviene mediante asta pubblica, col sistema del massimo rialzo sul prezzo a base d’asta, da esprimere con offerte segrete, in busta chiusa e sigillata.
2 IMPORTO A BASE D’ASTA
Il prezzo a base d’asta, è fissato in € 1.400.000,00 (euro un milione quattrocentomila/00).
Il valore dell’immobile è stato determinato mediante perizia di stima in data 14.02.2019, a firma dell’ing. Mario Camerin con studio in Conegliano (TV), acquisita al protocollo comunale n. 2380 del 16.02.2019.
La cessione dell’immobile in questione è fuori dell’esercizio di impresa e conseguentemente non è soggetta ad IVA.
3 CARATTERISTICHE DELL’IMMOBILE E CONDIZIONI DI VENDITA:
L’immobile posto in vendita è costituito da un edificio inserito in un’area sottoposta a vincolo monumentale e storico, posto nel centro abitato del capoluogo di Volpago del Montello, in via del Medico n. 3, prospiciente a est la strada S.P. 248 Schiavonesca-Marosticana.
Confini, in senso orario: a nord e nord-est con i mappali nn. 1484 -1483, via Schiavonesca Nuova, a sud sud-ovest con il mappale n. 1484 e via Del Medico, salvo altri o variati.
Il vincolo monumentale relativamente all’area nella quale è inserito l’immobile, che discende dalla presenza dell’adiacente complesso di Villa Pedrocchi Saccardo, è stato costituito con Decreto del Ministero della Pubblica Istruzione n. 183 del 29.05.1967, ai sensi della legge n. 1089/1939 ed ulteriormente ampliato con Decreto del Ministero dei Beni Culturali e Ambientali in data 28.04.1998, ai sensi della legge n. 1089/1939.
Tale vincolo impone di ottenere la preventiva autorizzazione per l’esecuzione di qualsiasi intervento edilizio sull’edificio e sull’area di pertinenza ai sensi dell’art. 21, comma 4, del D.Lgs. n. 42/2004 Codice dei beni culturali e del paesaggio.
Provenienza:
Atto di compravendita dell’area Sezione C – foglio II, mapp n. 59/b di mq 3.925, rep. n. 28646 in data 29 agosto 1967 a rogito del notaio Manlio Malabotta di Montebelluna, ivi registrato il 18.09.1967 al n. 1002 – vol. 95 e trascritto a Treviso il 22.09.1967, registro particolare n. 13898 e registro generale n. 15639.
Costruzione dell’immobile:
La costruzione del fabbricato è stata ultimata nel 1968. Tra il 1999 e il 2000 l’edificio è stato oggetto di ristrutturazione, che ha riguardato la parte impiantistica, i serramenti, parte delle pavimentazioni e la realizzazione di interventi di eliminazione delle barriere architettoniche, e di ampliamento. Tra il 2006 ed il 2007 è stato realizzato ed è entrato in esercizio un impianto fotovoltaico di potenza nominale di picco pari a 12.50 KW con struttura “ad alberi fotovoltaici”.
Per maggiori dettagli in merito, si rinvia alla documentazione progettuale ed alla perizia di stima.
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 3 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
Previsione urbanistica:
In conformità a quanto indicato dal Piano degli interventi vigente (approvato con Deliberazione di Consiglio comunale n. 38 del 30.07.2018), si riportano di seguito le norme relative alla destinazione urbanistica dell’area di pertinenza dell’immobile:
Norme Tecniche Operative:
Art. 18 . ZONE PER SERVIZI ED ATTREZZATURE: NORME COMUNI
1. Le zone per servizi ed attrezzature indicate nelle tavole di Piano sono destinate alla realizzazione di opere e di servizi pubblici o di uso pubblico.
2. La numerazione riportata nelle tavole di piano ha carattere ricognitivo e programmatico: in sede di progettazione esecutiva è ammessa una diversa classificazione tra le quattro categorie principali degli standard urbanistici:
a) Sa – aree per l’istruzione;
b) Sb – attrezzature di interesse comune;
c) Sc – aree attrezzate a verde, parco, sport;
d) P – parcheggi;
e) F – Zone F
3. La numerazione delle singole attrezzature riportata nella tavola di Piano ha il seguente significato:
a) aree per l’istruzione (computabili come standard urbanistici)
1. asilo nido;
2. scuola materna;
3. scuola elementare;
4. scuola media inferiore;
b) attrezzature di interesse comune
9. chiesa;
10. centro parrocchiale e sociale, sala riunioni;
15. biblioteca;
17. centro sociale;
18. sala riunioni;
27. casa per anziani;
28. Struttura residenziale per disabili
30. farmacia;
37. municipio;
39. uffici pubblici in genere;
43. pubblica sicurezza;
49. guardia forestale;
99. cimitero;
c) aree attrezzate a verde, parco, sport
81. opere di arredo urbano;
82. area gioco bambini;
83. giardino pubblico di quartiere attrezzato;
84. impianti sportivi di base;
93. verde di arredo;
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 4 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
d) parcheggi
P. aree per parcheggi pubblici o di uso pubblico.
e) zone F
F1. impianti per telefonia;
F2. centro attrezzato raccolta differenziata;
F3. attrezzature di supporto dell’ambito di riqualificazione idraulico-ambientale;
F4. attrezzature ricreative private;
4. Gli Enti Pubblici ed i Privati, singoli o associati, possono realizzare direttamente gli interventi per l’attuazione delle opere su aree in proprietà o in diritto di superficie, previo nulla osta rilasciato dal Comune nel quale risulti che gli interventi sono compatibili con gli indirizzi generali e con i programmi comunali: il relativo progetto nonché la convenzione che stabilisce le modalità della realizzazione, dell’uso e dell’eventuale trasferimento delle aree e delle opere al Comune sono approvate dal Consiglio Comunale.
5. Tutti gli edifici e le attrezzature pubbliche o di interesse pubblico devono essere dotati, su area propria o su area concessa dagli Enti competenti, di rastrelliere fisse o mobili per la sosta delle biciclette, in numero adeguato alle necessità. Le rastrelliere devono consentire di assicurare la bicicletta con lucchetti e/o catene. Le strutture per la sosta possono essere opportunamente integrate con servizi di custodia, riparazione, noleggio e vendita di materiale ciclistico.
Art. 19 – AREE PER L’ISTRUZIONE
1. All’interno di tali aree potranno essere realizzate le attrezzature pre-scolastiche e scolastiche comprensive delle strutture di supporto quali palestre, mense, ecc.
2. Il rapporto di copertura fondiario non potrà essere superiore al 50% ; l’altezza massima è fissata in 8,50 ml fatte salve particolari esigenze didattiche o tecnologiche; per gli altri parametri si rimanda in generale alla disciplina fissata per le zone residenziali di tipo B.
3. Esternamente alla recinzione dell’attrezzatura o, in assenza, al suo sito ideale dovranno essere previste apposite aree da destinare alla sosta veicolare di estensione proporzionale al numero degli occupati nell’attrezzatura.
4. Internamente alla recinzione di attrezzature scolastiche della scuola dell’obbligo o, in assenza, al suo sito ideale dovranno prevedersi appositi spazi attrezzati e protetti per la sosta delle biciclette tali da contenere almeno 3 biciclette ogni 5 alunni.
Ulteriori condizioni di vendita:
L’immobile sopra descritto viene venduto a corpo e non a misura, nello stato di fatto e di diritto e con la destinazione urbanistica in cui si trova al momento dell’asta, come sopra descritta.
Sono esclusi dalla vendita gli arredi e le attrezzature presenti nei locali.
L’immobile viene venduto con i relativi pesi ed oneri e con le relative accessioni e pertinenze, servitù attive e passive, anche se non dichiarate, tanto apparenti quanto non apparenti, vincoli imposti dalle vigenti leggi, con tutti gli inerenti diritti, ragioni, azioni, così come spettano al Comune di Volpago del Montello in forza dei titoli e del possesso.
La vendita dell’immobile, identificato anche mediante le caratteristiche e le dimensioni sopra riportate, dovrà avvenire con espressa rinuncia delle parti all’applicazione dell’art. 1538 del codice
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 5 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
civile, ove si riscontri qualunque errore materiale nell’indicazione della superficie e dei numeri di mappali e per qualunque differenza, cosicché il contratto resterà vincolante a prescindere dall’effettiva estensione dell’immobile.
Documentazione:
Il presente bando di gara sarà disponibile nel sito internet del Comune www.comune.volpago-del-montello.tv.it, alla sezione: Amministrazione trasparente – Bandi di gara al seguente link:
http://www.comune.volpago-del-montello.tv.it/zf/index.php/bandi-di-gara/bandi-di-gara/elenco/sezione/attivi
Ad esso si troveranno allegati:
– Modelli per la partecipazione all’asta;
– Perizia di stima in data 14.02.2019, a firma dell’ing. Mario Camerini;
– Decreto del Ministero della Pubblica Istruzione n. 183 del 29.05.1967, ai sensi della legge n. 1089/1939 ed il successivo Decreto del Ministero dei Beni Culturali e Ambientali in data 28.04.1998 di ampliamento del Vincolo Monumentale dell’area di pertinenza di Villa Saccarco-Pedrocchi;
– Documentazione catastale (visure e planimetrie);
Previo appuntamento, da concordarsi con l’Ufficio Tecnico Lavori Pubblici, nei giorni di:
lunedì e venerdì, dalle ore 09.00 alle ore 13.00,
mercoledì, dalle ore 15.00 alle ore 18.00,
sarà possibile:
– visionare la restante documentazione tecnico-amministrativa disponibile in formato cartaceo (Elaborati progettuali, atti di approvazione, collaudi, ecc.);
– ottenere copia dei medesimi documenti, al costo determinato secondo quanto stabilito dalle tariffe vigenti;
– concordare un sopralluogo presso l’immobile che è da considerarsi obbligatorio e deve effettuarsi entro il termine perentorio di LUNEDI’ 20 MAGGIO 2019.
I recapiti dell’Ufficio Tecnico Lavori Pubblici sono i seguenti:
– telefono al n. 0423.873440
– indirizzo di posta elettronica: a.mazzero@comunevolpago.it
– indirizzo di posta elettronica certificata: volpago@pec.comunevolpago.it
4 SCELTA DEL CONTRAENTE
Ai sensi dell’art. 73, comma 1, lett. c), del R.D. 23/5/1924, n. 827, la vendita avviene con procedura di pubblico incanto, con il metodo delle offerte segrete, in aumento rispetto al prezzo a base d’asta sopra indicato (o almeno pari al prezzo stesso); non sono ammesse offerte al ribasso.
5 TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE E DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE:
Termine per la presentazione delle offerte: ore 12.00 del giorno GIOVEDÌ 30 MAGGIO 2019.
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 6 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
Indirizzo al quale far pervenire le offerte: Comune di Volpago del Montello – Ufficio Protocollo, piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 Volpago del Montello (TV).
L’Ufficio Protocollo del Comune di Volpago del Montello osserva il seguente orario di apertura: Lunedì e Venerdì: 09.00-13.00, Martedì e Giovedì: 09.00-12.30, Mercoledì: 09.00-12.30 e 15.00-18.00, Sabato: 09.00-11.30.
Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del concorrente nel caso, per qualsiasi motivo, non giunga all’ufficio protocollo entro il termine suddetto ed all’indirizzo sopraindicato.
Apertura offerte in seduta pubblica il giorno martedì 4 GIUGNO 2019 alle ore 09.00, in apposita sala presso il municipio di Volpago del Montello, in Piazza Ercole Bottani, 4.
6 SOGGETTI AMMESSI AD ASSISTERE ALLA SEDUTA D’ASTA
La seduta è pubblica.
Possono intervenire alla seduta e compiere atti in nome e per conto degli offerenti: i sottoscrittori delle offerte, le persone che possono impegnare il soggetto partecipante, le persone munite di procura speciale notarile.
7 CAUZIONE
All’atto della presentazione dell’offerta, a garanzia della serietà della stessa, deve essere allegata l’attestazione di avvenuto versamento di una cauzione (a titolo di deposito cauzionale infruttifero) di € 140.000,00, pari al 10% (dieci per cento) dell’importo a base d’asta, con le modalità indicate nel successivo articolo 9, punto 2.
8 SOGGETTI AMMESSI A PARTECIPARE ALL’ASTA
Possono presentare offerta i soggetti (le persone fisiche o giuridiche, gli enti pubblici, i raggruppamenti di tali persone o enti, compresa qualsiasi associazione temporanea di imprese, gli enti senza personalità giuridica, ivi compresi i GEIE- gruppi europei di interesse economico) purché in possesso dei requisiti di cui all’art. 80 del D.Lgs. n. 50/2016 e che non si trovino in una delle seguenti situazioni:
1) soggetti interdetti, inabilitati, sottoposti all’amministrazione di sostegno, o nei confronti dei quali sia in corso una procedura di interdizione, di inabilitazione, di applicazione dell’amministrazione di sostegno;
2) soggetti che si trovano nella condizione di incapacità a contrattare con la Pubblica Amministrazione, anche come conseguenza di condanna penale ed anche quando tale situazione riguardi amministratori o soci muniti di poteri di rappresentanza;
3) soggetti nei cui confronti sussistano cause di divieto, di decadenza o di sospensione previste dall’art. 67 del D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonche’ nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 201 0, n. 136);
4) soggetti che nel quinquennio anteriore alla data fissata per l’asta siano stati assoggettati a fallimento, liquidazione coatta, concordato preventivo, salvo il caso di concordato con continuità aziendale, a procedura di insolvenza concorsuale o di liquidazione o nei cui riguardi sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni.
Sono ammesse offerte per procura ed anche per persona da nominare, ai sensi dell’art. 1401 e seguenti del codice civile. Le procure devono essere speciali, conferite per atto notarile (atto pubblico o scrittura privata con firma autenticata da notaio) e, salvo che siano iscritte nel registro
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 7 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
delle Imprese, devono essere trasmesse al Comune in originale o copia autentica, con le modalità di seguito specificate:
 l’offerente per persona da nominare deve avere i requisiti necessari per essere ammesso all’asta e presentare a suo nome i documenti di partecipazione (compresa la cauzione che dovrà essere a lui intestata), dichiarando, nella domanda di partecipazione, che l’offerta è presentata per persona da nominare.
 ove l’offerente per persona da nominare risulti aver prodotto la migliore offerta, il medesimo offerente deve dichiarare la persona per la quale ha agito, producendo altresì dichiarazione di accettazione della stessa, ed attestare che è garante e solidale della medesima; tali dichiarazioni devono essere fatte, mediante atto pubblico o scrittura privata con firma autenticata da notaio, al più tardi entro 20 (venti) giorni dalla data di svolgimento dell’asta e fatte pervenire al Comune entro gli ulteriori successivi 3 (tre) giorni.
 qualora l’offerente non produca le sopracitate dichiarazioni nei termini e nei modi descritti o dichiari persona incapace di obbligarsi o di contrarre o non legittimamente autorizzata, l’offerente sarà considerato a tutti gli effetti come vero ed unico aggiudicatario.
In difetto di offerta per persona/e da nominare, non saranno consentite intestazioni a terzi del bene aggiudicato, eccezion fatta per la cointestazione al coniuge dell’aggiudicatario in regime patrimoniale di comunione legale dei beni.
Tutti gli intestatari dovranno possedere i requisiti di cui al presente avviso ed adempiere alle obbligazioni tutte in esso previste.
La partecipazione di più persone fisiche o più persone giuridiche che vogliano presentare offerta congiunta è ammessa esclusivamente pro-indiviso, con le seguenti modalità:
 l’istanza di ammissione deve essere compilata e sottoscritta da ciascun partecipante, così come la dichiarazione contenente:
– la specificazione che la partecipazione all’asta viene richiesta congiuntamente;
– l’impegno, in caso di aggiudicazione, al pieno e incondizionato rispetto in via solidale tra tutti i partecipanti, delle condizioni contenute nell’avviso d’asta;
 la cauzione dovrà essere prestata da tutti i partecipanti congiuntamente;
 l’offerta economica deve essere sottoscritta congiuntamente da tutti i partecipanti, oppure da parte di una sola persona munita di procura speciale notarile conferitagli dalle persone fisiche stesse e dai legali rappresentanti delle persone giuridiche stesse.
In caso di offerta congiunta i partecipanti saranno considerati obbligati solidali nei confronti del Comune di Volpago del Montello.
Ai sensi dell’art. 1471 del Codice Civile, è vietata la partecipazione all’asta pubblica, sia direttamente che per interposta persona, da parte degli Amministratori del Comune proprietario.
Non sono ammesse offerte aggiuntive; non è consentita la presentazione di più offerte da parte dello stesso soggetto.
Nel caso di presentazione di due offerte da parte dello stesso soggetto, sarà presa in considerazione l’ultima pervenuta in ordine di tempo, come risulta dal protocollo dell’Ente.
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 8 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
9 MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE
La documentazione richiesta deve essere contenuta in due distinte buste, sigillate e firmate o siglate sui lembi di chiusura riportanti, rispettivamente, le seguenti diciture:
“busta n. 1 – documentazione amministrativa”
“busta n. 2 – documentazione economica – offerta”.
Le buste devono essere contenute in un unico plico, sigillato e firmato o siglato sui lembi di chiusura.
Il plico e le buste si intendono chiusi e sigillati con l’apposizione di un timbro o di firma o sigla, e con la semplice apposizione di materiale di tipo adesivo, aderente su tutti i lembi di chiusura, tale da confermare l’autenticità della chiusura originaria proveniente dal mittente ed escludere così qualsiasi possibilità di manomissione del contenuto.
Sul plico esterno e su ogni busta interna dovrà essere riportato quanto segue:
– la dicitura “ASTA PUBBLICA DEL GIORNO 4 GIUGNO 2019 PER VENDITA IMMOBILE DI PROPRIETA’ COMUNALE EX SCUOLA ELEMENTARE DI VIA DEL MEDICO”;
– la denominazione e l’indirizzo dell’Amministrazione Comunale;
– l’esatta denominazione del mittente con il relativo indirizzo.
Il plico potrà essere consegnato con qualsiasi forma prescelta dall’offerente.
A prescindere dalle modalità di inoltro, si precisa che il termine di scadenza è da considerarsi perentorio (cioè a pena di non ammissione all’asta), non assumendosi l’Amministrazione Comunale alcuna responsabilità ove il plico stesso, anche se per cause di forza maggiore, giunga all’Ufficio Protocollo oltre il detto termine.
Si specifica che, al riguardo, faranno fede unicamente la data di protocollazione apposta sul plico da parte dell’Ufficio Protocollo all’atto del ricevimento (qualora il plico sia recapitato l’ultimo giorno utile per la presentazione sarà riportato l’orario di arrivo).
Non saranno presi in considerazione i plichi pervenuti oltre il suddetto termine di scadenza, anche per ragioni indipendenti dalla volontà del concorrente e anche se spediti prima del termine indicato. Ciò vale anche per i plichi inviati a mezzo di raccomandata A.R. o altro vettore, a nulla valendo la data di spedizione risultante dal timbro postale. Tali plichi saranno considerati come non consegnati. Gli stessi saranno conservati per un periodo massimo di tre mesi, durante i quali potranno essere riconsegnati al concorrente su sua richiesta scritta.
Nelle due buste dovranno essere contenuti i documenti di seguito specificati.
busta n° 1 – “A – DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA”
1) Domanda di partecipazione all’asta, in lingua italiana, redatta su carta semplice, datata e sottoscritta con firma autografa non autenticata dall’offerente (persona fisica, legale rappresentante di società o altra persona avente i poteri di impegnare l’offerente).
Tale domanda dovrà contenere, a pena di non ammissibilità e, quindi, di esclusione dalla gara, un’unica dichiarazione sostitutiva, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/00, attestante gli stati e le condizioni riportate nei modelli allegati al presente avviso d’asta, così riassunti:
– per le persone fisiche: nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza, codice fiscale dell’offerente, stato civile e specificazione del regime patrimoniale per i soggetti coniugati;
– per le società e gli enti di qualsiasi tipo: denominazione o ragione sociale, sede legale, codice fiscale e partita IVA della società/ente, estremi dell’iscrizione nel registro imprese della Camera di
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 9 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
Commercio, Industria Artigianato ed Agricoltura o analogo registro professionale dello Stato di appartenenza (per i soggetti tenuti a tale iscrizione); generalità, codice fiscale, residenza e qualità del soggetto che sottoscrive la domanda per conto della società/ente; generalità, codice fiscale, residenza e qualità dei soggetti muniti di potere di rappresentanza, direttori tecnici, membri degli organi di direzione o di controllo;
Nel caso in cui la domanda di partecipazione all’asta sia sottoscritta da un procuratore vanno indicate anche le generalità ed il codice fiscale di tale procuratore.
La domanda dovrà altresì indicare un domicilio, se diverso dalla residenza/sede legale, cui saranno trasmesse le comunicazioni relative all’asta.
È consentito non utilizzare i modelli allegati al presente avviso purché la domanda contenga, a pena di esclusione dall’asta, tutti i dati e le dichiarazioni riportate negli stessi. In caso di ipotesi alternative presenti nei modelli, apporre un segno sull’ipotesi che ricorre oppure depennare l’ipotesi che non interessa.
Il firmatario dovrà dichiarare la non sussistenza delle cause indicate al precedente articolo 8, lettere a), b), c), d) riguardanti l’incapacità o il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione.
Il firmatario, dovrà, inoltre, dichiarare:
a) di avere preso visione integrale dell’avviso d’asta e di accettarne incondizionatamente le prescrizioni;
b) di aver preso completa ed approfondita conoscenza dell’immobile che intende acquistare, tramite un accurato sopralluogo presso lo stesso e tramite l’esame della documentazione citata dall’avviso d’asta, conseguendo perfetta conoscenza della sua ubicazione, delle sue dimensioni, delle caratteristiche e del prezzo a base d’asta;
c) di aver preso completa ed approfondita visione degli strumenti urbanistici vigenti riguardanti l’immobile che intende acquistare;
d) di essere consapevole dell’offerta che sta per fare avendo vagliato tutte le circostanze che possono influire sull’offerta stessa, rinunciando fin d’ora a qualsiasi azione od eccezione in merito;
e) di accettare l’acquisto dell’immobile a corpo e di aver preso conoscenza e di accettare integralmente la situazione di fatto e di diritto dell’immobile posto in vendita, come “visto e piaciuto” anche in riferimento alla situazione degli impianti;
f) di aver preso conoscenza e di accettare che l’offerta presentata è comunque vincolante, valida ed irrevocabile per il periodo di centottanta giorni successivi a quello dello svolgimento dell’asta;
g) di aver preso conoscenza e di accettare il fatto che l’aggiudicazione del lotto non produce alcun effetto traslativo e che tale effetto si realizzerà solamente con la stipula del contratto di compravendita e comunque solo ad avvenuto ed integrale pagamento del prezzo di acquisto con le modalità precisate nell’avviso di vendita;
h) di aver preso conoscenza e di accettare che qualsiasi onere, costo e spesa (ivi incluse imposte, tasse e spese notarili) relativi alla vendita del lotto saranno totalmente a carico dell’acquirente;
i) di aver preso conoscenza e di accettare il fatto che, in caso di aggiudicazione, la mancata sottoscrizione del contratto per fatto dell’aggiudicatario e il mancato pagamento del prezzo di acquisto, comporteranno la decadenza dal diritto all’acquisto e la conseguente perdita del diritto alla ripetizione del deposito cauzionale infruttifero;
e, nel caso in cui l’offerta sia presentata per persona da nominare:
j) di presentare l’offerta per persona da nominare, ai sensi dell’art. 1401 del codice civile, con riserva di nominare successivamente, ai sensi del medesimo articolo e nei termini prescritti dall’avviso d’asta, la persona per la quale ha agito.
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 10 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
La domanda dovrà essere corredata dai seguenti documenti:
a) fotocopia integrale di valido documento di identità del sottoscrittore della domanda;
b) (solo se occorre e salvo che sia iscritta nel registro delle imprese e risulti dal certificato di iscrizione nel Registro delle Imprese) procura speciale in originale o copia autenticata;
c) (solo per gli offerenti diversi dalle persone fisiche): certificato di iscrizione al Registro delle Imprese, in carta semplice, (di data non anteriore a sei mesi da quella prevista per l’esperimento dell’asta) nel caso di Impresa/Società soggetta ad iscrizione, ovvero, in caso di Ente non iscritto nel medesimo Registro, copia, non autenticata, dell’atto da cui risulti il conferimento dei poteri di rappresentanza al soggetto sottoscrittore dell’offerta.
Ai sensi del D.P.R. 28/12/2000, n. 445, i documenti di cui al presente punto, salvo la procura, possono essere sostituiti da autocertificazione/dichiarazione sostitutiva, nella quale siano indicati tutti i dati presenti negli stessi documenti.
2) Cauzione di € 140.000,00, pari al 10 % del prezzo a base d’asta, costituito mediante una delle seguenti modalità, pena l’esclusione:
a.1) assegno circolare, non trasferibile intestato a Comune di Volpago del Montello – Tesoreria Comunale;
a.2) bonifico effettuato a favore del Comune di Volpago del Montello – Tesoreria Comunale.
(Tesoreria Comunale: Banca Intesa, presso la filiale di Volpago del Montello, Codice IBAN:IT89 H030 6912 1171 0000 0046 450)
La causale è la seguente: “Deposito cauzionale per asta pubblica alienazione immobile di proprietà comunale – ex scuola elementare via del Medico”.
a.3) Garanzia fideiussoria rilasciata da imprese bancarie o assicurative che rispondano ai requisiti di solvibilità previsti dalle leggi che ne disciplinano le rispettive attività, ai sensi del vigente Regolamento comunale in materia di fideiussioni, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 10 del 28.04.2014, la garanzia deve, a pena di esclusione:
– prevedere espressamente la formale rinuncia alla preventiva escussione di cui all’art. 1944 del codice civile del partecipante all’asta e debitore principale;
– prevedere espressamente che il fideiussore non possa avvalersi di quanto disposto dall’art. 1945 del codice civile;
– la rinuncia all’eccezione di cui all’articolo 1957, secondo comma, del codice civile;
– essere escutibile a prima e semplice richiesta del Comune a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, con impegno da parte del fideiussore a pagare entro 15 giorni;
– avere durata fino alla liberazione da parte dell’Ente Garantito (Comune di Volpago del Montello), che potrà avvenire con la riconsegna dell’originale della polizza o con apposita dichiarazione rilasciata dall’Ente stesso;
– prevedere che il mancato pagamento dei premi non possa essere opposto in nessun caso all’Ente Garantito;
– prevedere, per eventuali controversie, la competenza dell’Autorità Giudiziaria del luogo ove ha sede l’Ente garantito, quindi Treviso.
La sottoscrizione del soggetto che rappresenta il fideiussore deve essere autenticata da un NOTAIO che certifichi l’esistenza in capo a chi sottoscrive di valido potere di impegnare il fideiussore per la somma garantita.
Non verranno ritenute idonee, a pena di esclusione dall’asta, cauzioni prestate in altra forma.
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 11 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
Si precisa che il deposito cauzionale è infruttifero e che, quindi, non sono dovuti interessi da parte del Comune di Volpago del Montello.
I depositi cauzionali dei concorrenti non aggiudicatari o non ammessi alla gara verranno restituiti, senza corresponsione di interessi, dopo la formalizzazione dell’aggiudicazione definitiva con provvedimento del Responsabile del Servizio. Il deposito cauzionale del concorrente aggiudicatario verrà restituito al momento della stipula notarile riguardante il trasferimento definitivo del bene con contestuale versamento del corrispettivo a saldo. Negli stessi tempi verranno svincolate le garanzie fideiussorie.
Qualora il soggetto aggiudicatario non si presentasse alla sottoscrizione del rogito notarile definitivo nei tempi specificati nel presente avviso d’asta, il Comune di Volpago del Montello provvederà a revocare l’aggiudicazione, incamererà a titolo di penale la cauzione, o escuterà la fideiussione, e procederà ad una nuova aggiudicazione a favore del secondo in graduatoria, riservandosi di quantificare ed addebitare i maggiori costi sostenuti e/o danni arrecati al Comune di Volpago del Montello per aggiudicare l’area ad altro acquirente.
3) Certificato di presa visione dell’immobile rilasciato dall’Ufficio Tecnico Lavori Pubblici del Comune di Volpago del Montello.
busta n° 2 – “OFFERTA ECONOMICA”
1) Offerta economica, in bollo, redatta in lingua italiana secondo il modello allegato e sottoscritta (si ribadisce, a pena di esclusione) dall’offerente, se trattasi di persona fisica, dal titolare/legale rappresentante, se trattasi di persona giuridica, o da procuratore speciale del concorrente:
L’offerta dovrà:
• contenere in lettere e in cifre il prezzo a corpo che l’interessato offre per l’acquisto dell’immobile (in caso di discordanza tra il prezzo indicato in lettere e quello indicato in cifre è valida l’indicazione più vantaggiosa per l’Amministrazione — art. 72, comma 2, R.D. 827/1924);
• riportare l’impegno, in caso di aggiudicazione, al pieno e incondizionato rispetto di tutte le condizioni contenute nell’avviso d’asta;
• riportare l’impegno a mantenere valida e vincolante l’offerta per 180 (centottanta) giorni consecutivi a decorrere dalla scadenza del termine per la presentazione delle offerte;
• riportare tutti i dati relativi all’esatta individuazione dell’offerente;
• essere datata e sottoscritta per esteso con firma leggibile dall’offerente (persona fisica, legale rappresentante di società o altra persona avente i poteri di impegnare l’offerente).
Non sono ammesse offerte condizionate, o espresse in modo indeterminato. Le stesse non dovranno recare, a pena di nullità, cancellazioni, aggiunte o correzioni, salvo che non siano espressamente approvate con postilla firmata dall’offerente.
In caso di discordanza tra il prezzo dell’offerta indicato in lettere e quello indicato in cifre, sarà ritenuta valida l’indicazione più vantaggiosa per l’Amministrazione Comunale.
Sono ammesse solo offerte in aumento (o almeno pari) rispetto al prezzo a base d’asta, con esclusione di offerte in ribasso.
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 12 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
In caso di offerta cumulativa (presentata da più concorrenti congiuntamente), devono osservarsi le seguenti prescrizioni, a pena di esclusione dall’asta:
– la domanda di partecipazione all’asta dovrà essere presentata da ciascuno dei concorrenti, con le modalità sopra precisate;
– le fotocopie dei documenti di identità dovranno essere presentate in riferimento a ciascuno dei firmatari della domanda di partecipazione all’asta;
– i documenti a corredo della domanda di partecipazione dovranno essere presentati, se uno o più degli offerenti è soggetto diverso da persona fisica, da ciascuno degli interessati;
– l’offerta economica dovrà essere unica e sottoscritta da ciascuno dei concorrenti.
Qualora due o più soggetti intendano acquistare congiuntamente l’immobile, sarà necessario, ove non ci si voglia avvalere di una dichiarazione sottoscritta da ogni offerente con le modalità appena sopra precisate, presentare la procura speciale, conferita per atto notarile (atto pubblico o scrittura privata con firma autenticata da notaio) che autorizza un unico soggetto a trattare con l’Amministrazione.
10 TERMINE DI VALIDITÀ DELL’OFFERTA
L’offerta è valida per 180 (centottanta) giorni dalla data di inizio dell’esperimento della gara.
Le offerte hanno natura di proposta irrevocabile. Sono, pertanto, immediatamente vincolanti per l’offerente per il tempo indicato al punto precedente, mentre ogni effetto giuridico obbligatorio per il Comune consegue all’aggiudicazione definitiva.
11 PROCEDIMENTO D’ASTA E AGGIUDICAZIONE:
La gara si svolgerà secondo le procedure di seguito riportate.
Il Presidente della gara:
a) procede all’apertura dei plichi pervenuti entro il termine di scadenza;
b) verifica l’ammissibilità delle offerte presentate, sotto il profilo della completezza e regolarità della documentazione;
c) procede quindi, per i concorrenti ammessi, all’apertura della busta “Offerta economica”, alla lettura, ad alta voce, del prezzo complessivo offerto da ciascun concorrente;
d) individua conseguentemente il concorrente che ha presentato l’offerta più vantaggiosa per l’Amministrazione.
Qualora due o più offerte ammesse alla gara risultassero uguali, si procederà nella medesima seduta, ai sensi dell’art. 77 del R.D. 827/1924, come segue:
1) I° rilancio: I concorrenti presenti all’asta che abbiano presentato le uguali migliori offerte saranno invitati a formulare un’offerta migliorativa in busta chiusa. Tale invito sarà formulato sia in presenza di tutti i concorrenti che abbiano presentato le uguali migliori offerte, sia in presenza di solo taluni di questi, sia in presenza di un solo concorrente tra quelli che abbiano presentato le uguali migliori offerte. Tale procedura verrà applicata anche se alcuni tra gli interessati non siano disponibili a presentare offerta migliorativa. Si aggiudica con il criterio dell’offerta economicamente più alta in termini assoluti.
2) II° rilancio: Se dopo il I° rilancio dovessero risultare ancora due o più offerte uguali si procederà con la procedura descritta per il I rilancio.
3) Se ancora nessuno dei concorrenti risultasse presente, o se i presenti si rifiutassero di migliorare le offerte, si procederà all’aggiudicazione mediante sorteggio tra tutti coloro che abbiano presentato le uguali migliori offerte.
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 13 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
4) Si procederà parimenti all’aggiudicazione mediante sorteggio qualora l’offerta migliorativa di cui al punto 2) determini ulteriori offerte uguali, limitando il sorteggio alle migliori offerte uguali derivanti dal rilancio stesso.
Si richiede, pertanto, che i concorrenti presenti all’asta, se diversi dai sottoscrittori dell’offerta o dalle persone che possono impegnare il soggetto partecipante, siano muniti di apposita procura speciale notarile in originale o copia conforme, affinché possano, in nome e per conto del soggetto rappresentato, intervenire alla seduta per l’apertura delle buste delle offerte ed in questa sede compiere quanto necessario per l’aggiudicazione dell’asta, ivi compresa la formulazione dell’eventuale offerta migliorativa, il tutto con la promessa di tenere per rato e valido l’operato dei nominati procuratori.
Le sedute di gara potranno essere sospese ed aggiornate ad altra ora o ad un giorno successivo, salvo che durante la fase di apertura delle buste delle “offerte economiche”: la nuova convocazione sarà resa nota mediante pubblicazione di un avviso all’albo pretorio on line del comune e nella sezione Amministrazione Trasparente – Bandi di gara del sito internet del Comune.
L’aggiudicazione verrà disposta a favore del concorrente che avrà presentato l’offerta economica più vantaggiosa per l’Amministrazione, anche nel caso di presentazione di una sola offerta valida, purché il prezzo sia migliore, o almeno pari, rispetto a quello a base d’asta.
Dello svolgimento dell’asta verrà redatto verbale, avvertendo che lo stesso non terrà luogo, né avrà valore di contratto.
All’asta dovrà seguire, di norma nel termine di 30 (trenta) giorni dallo svolgimento dell’asta medesima, formale provvedimento di approvazione degli atti dell’asta stessa da parte del competente organo dell’Amministrazione Comunale, con il quale verrà dichiarata l’aggiudicazione definitiva.
La presentazione dell’offerta vincola comunque da subito il concorrente, ritenendosi la stessa valida ed irrevocabile, per il medesimo concorrente, per il periodo di 180 (centottanta) giorni successivi a quello dello svolgimento dell’asta.
12 CAUSE DI ESCLUSIONE DALL’ASTA
Sono escluse senza che sia necessaria l’apertura del plico di invio:
a) le offerte pervenute oltre il termine perentorio, indipendentemente dalla data del timbro postale di spedizione;
b) le offerte trasmesse attraverso mezzi diversi da quelli indicati nel presente avviso (ad esempio offerte trasmesse via telefax, via posta elettronica, anche certificata);
c) la mancanza o la carenza di sigillatura, di firme o sigle sui lembi del plico di invio quando siano tali da far ritenere che sia stato violato il principio della segretezza delle offerte;
d) le offerte il cui plico di invio non rechi all’esterno l’indicazione dell’oggetto dell’asta e la denominazione del concorrente;
e) le offerte che rechino strappi od altri segni evidenti di manomissione che ne possano pregiudicare la segretezza.
Sono escluse, dopo l’apertura del plico di invio, le offerte:
f) carenti di uno o più d’uno dei documenti richiesti ovvero con tali documenti scaduti;
g) carenti di una o più d’una delle dichiarazioni richieste.
Sono escluse, dopo l’apertura della busta interna, le offerte:
h) mancanti della firma dell’offerente o della persona munita del potere di rappresentanza;
i) che contengano, oltre il prezzo offerto, condizioni, precondizioni o richieste a cui l’offerta risulti subordinata.
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 14 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
13 ADEMPIMENTI SUCCESSIVI ALLO SVOLGIMENTO DELL’ASTA
Concluse le operazioni d’asta, si procederà all’adozione di formale provvedimento del Responsabile del Servizio Tecnico Lavori Pubblici di approvazione degli atti dell’asta stessa, con il quale sarà disposta l’aggiudicazione dell’asta nei confronti del primo concorrente in graduatoria.
Il provvedimento di aggiudicazione, nel caso in cui l’offerente per persona da nominare risulti aver prodotto la migliore offerta, sarà preceduto dagli adempimenti previsti dall’art. 8 del presente avviso.
L’efficacia della determinazione di aggiudicazione sarà subordinata all’esito positivo della successiva verifica del possesso dei requisiti di capacità generale e l’insussistenza delle cause di esclusione dall’asta.
A tal fine, sarà acquisita la relativa documentazione presso le amministrazioni competenti. Qualora tali verifiche non confermino le dichiarazioni contenute nell’istanza di ammissione, si procederà all’esclusione dall’asta.
L’aggiudicazione definitiva della gara avverrà mediante provvedimento del Responsabile del Servizio Tecnico Lavori Pubblici.
A seguito dell’aggiudicazione, l’Amministrazione Comunale richiederà all’aggiudicatario di produrre la seguente documentazione:
– qualora sia persona fisica e coniugato in regime di comunione legale dei beni, dichiarazione resa da parte di entrambi i coniugi con la quale gli stessi attestino se l’acquisto debba avvenire o meno in comunione dei beni;
– le autocertificazioni necessarie a consentire il rilascio delle informazioni antimafia;
– ogni altro documento necessario per l’accertamento dei requisiti di partecipazione.
I predetti documenti dovranno essere forniti entro 15 (quindici) giorni dal ricevimento della richiesta, pena la facoltà per il Comune di considerare tale omissione quale rinuncia ingiustificata all’acquisto, con le conseguenze di cui al presente avviso.
Nel caso di presentazione di offerta per persona da nominare, il suesposto procedimento avrà decorrenza dalla ricezione della nomina del terzo o dalla scadenza del termine per detta nomina.
L’efficacia dell’aggiudicazione definitiva rimarrà sospesa fino all’accertamento del possesso dei requisiti dell’aggiudicatario ed eventualmente del coniuge acquirente in regime di comunione legale dei beni.
Dell’acquisizione di efficacia del provvedimento di aggiudicazione definitiva verrà dato atto con successivo provvedimento.
Nel caso in cui l’aggiudicatario risulti, alle verifiche d’ufficio, non in regola con quanto dichiarato in sede di offerta, ovvero, dichiari di voler recedere dall’acquisto, ovvero, non si presenti per la stipula del contratto, oppure, non versi il saldo del prezzo nei termini stabiliti, l’Amministrazione, a titolo di penale, incamererà la cauzione, salvo il risarcimento di eventuali ulteriori danni che dovessero derivare al Comune dalla inadempienza dell’aggiudicatario.
Nel caso in cui la vendita debba avvenire a favore dell’aggiudicatario e del proprio coniuge in regime di comunione legale dei beni, anche il fatto che sussistano per detto coniuge impedimenti a contrattare con la pubblica amministrazione configura la fattispecie di cui al paragrafo precedente. In tali evenienze il Comune si riserva la facoltà di dar corso allo scorrimento della graduatoria nei confronti delle atre offerte valide.
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 15 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
14 ONERI A CARICO DELL’ACQUIRENTE – PAGAMENTI – CONTRATTO
L’aggiudicatario, dal momento dell’aggiudicazione, rimane vincolato alla scrupolosa osservanza delle condizioni di cui al presente avviso d’asta pubblica, sotto pena di incameramento del deposito provvisorio a garanzia, oltre alla eventuale rifusione dei danni.
L’aggiudicatario, entro 30 giorni dalla comunicazione di intervenuta efficacia dell’aggiudicazione, si impegna a comunicare al Comune il nominativo e la sede dello studio notarile dallo stesso prescelto, il giorno e l’ora di stipula dell’atto di acquisto.
L’atto di compravendita dovrà essere stipulato – tramite notaio individuato dalla parte acquirente, che ne sostiene integralmente le relative spese – entro 90 (novanta) giorni dalla determinazione del Responsabile del Servizio che attesti l’intervenuta efficacia dell’aggiudicazione avente ad oggetto l’approvazione degli atti della gara.
Il citato termine di novanta giorni, fissato per la stipula dell’atto di compravendita, potrà essere prorogato una sola volta e per non più di ulteriori novanta giorni se l’acquirente abbia presentato richiesta di mutuo e questo non sia stato ancora erogato per cause indipendenti dalla volontà dell’acquirente.
In tale caso, l’acquirente dovrà presentare una dichiarazione che confermi la validità dell’offerta per il periodo di proroga concesso dall’Amministrazione.
Nel caso in cui, entro novanta giorni dall’aggiudicazione non sia stata rilasciata la documentazione necessaria alla verifica dei requisiti, il termine per la stipula del contratto è prorogato per il tempo strettamente necessario per acquisire tale documentazione; il concorrente sarà tenuto a produrre la stessa dichiarazione sopra indicata in caso di proroga del termine per la stipula del contratto, pena l’essere considerato come rinunciatario dall’acquisto.
Il prezzo di acquisto dovrà essere pagato in un’unica soluzione all’atto della stipula del contratto di vendita.
Tutte le spese notarili, bolli, imposte, tasse e qualunque altro onere inerenti al trasferimento, sono a carico dell’aggiudicatario, senza possibilità di rivalsa nei confronti dell’Ente venditore. Si precisa che il contratto di vendita è soggetto ad imposta di registro, ipotecaria e catastale nelle percentuali previste dalla vigente legislazione fiscale.
15 ALTRE INFORMAZIONI
L’Amministrazione, fino alla stipula del contratto, si riserva la facoltà di recedere dalle operazioni di vendita. Il recesso sarà comunicato all’aggiudicatario a mezzo raccomandata A/R o posta elettronica certificata (PEC) e, conseguentemente, sarà restituita la cauzione, escluso ogni altro indennizzo. Qualora non si addivenga alla stipula del contratto per cause non imputabili all’aggiudicatario, il Comune provvederà parimenti alla restituzione della cauzione e l’aggiudicatario non potrà comunque rivendicare diritti o indennizzi di sorta.
Resta inteso che il presente avviso non vincola l’Amministrazione, la quale si riserva di annullare o revocare l’avviso medesimo, dar corso o meno allo svolgimento dell’asta, prorogarne la data, sospendere o aggiornare le operazioni senza che i partecipanti possano avanzare pretese di sorta; niente potrà pretendersi dagli offerenti, nei confronti del Comune di Volpago del Montello, per mancato guadagno o per costi sostenuti per la presentazione dell’offerta.
L’aggiudicazione non produce alcun effetto traslativo e tale effetto si realizzerà solamente con la stipula del contratto di compravendita e comunque solo ad avvenuto ed integrale pagamento del prezzo di acquisto con le modalità precisate nell’avviso di vendita.
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 16 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
La documentazione non in regola con l’imposta di bollo sarà regolarizzata ai sensi dell’art. 16 del D.P.R. 30/12/1982, n. 955, e s.m.i..
Per quanto non previsto nel presente avviso d’asta, si rinvia alle norme del Regolamento per la vendita dei beni immobili appartenenti al patrimonio disponibile approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 75 del 30.11.2004 e modificato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 68 del 30.11.2006, alle norme del Regolamento sulla Contabilità Generale dello Stato R.D. n. 827 del 23.05.1924 ed alle norme del codice civile in materia di contratti.
16 INFORMATIVA CONCERNENTE IL TRATTAMENTO DEI DATI
A norma dell’articolo 13 del Regolamento 679/2016 (GDPR) in materia di protezione dei dati personali sono fornite alcune informazioni relative al trattamento dei dati personali nel contesto del procedimento. Il Titolare del trattamento è il Comune di VOLPAGO DEL MONTELLO nella persona del Sindaco pro-tempore; i dati di contatto del responsabile della Protezione dei Dati (DPO) sono facilmente reperibili sul sito web del Titolare
I dati e le informazioni di persone fisiche, riferibili alle persone giuridiche partecipanti all’asta (quali a titolo esemplificativo amministratori, sindaci, revisori, dipendenti e collaboratori), raccolti in fase di partecipazione, verifica dei requisiti previsti dal D.lgs 50/16, in fase precontrattuale e in esecuzione dell’eventuale contratto sono trattati dall’ente per finalità connesse e strumentali all’esperimento dell’asta, nonché alla gestione dei conseguenti rapporti contrattuali ed extracontrattuali. I dati saranno trattati per verifica delle dichiarazioni sostitutive prodotte dal partecipante, in particolare per finalità di verifica dei requisiti di partecipazione (come il Casellario Giudiziale dei legali rappresentati o di altri soggetti) ed in generale per ogni finalità connessa agli obblighi previsti dalla normativa vigente. Alcuni dati ed informazioni saranno oggetto di comunicazione a legali o periti in caso di controversie anche potenziali. I dati personali raccolti nei documenti di gara possono essere oggetto di pubblicazione nella sezione Amministrazione Trasparente (D.lgs 33/13) ovvero saranno oggetto di pubblicazioni sul sito Web previste da normative e regolamenti (albo pretorio). Altri dati potranno essere trattati per attività di gestione obblighi L. 190/12, gestione istanze di accesso, accesso civico, accesso generalizzato agli atti. I dati saranno oggetto di archiviazione e conservazione per la durata prevista dalla legge. Tali attività avvengono ai sensi dell’art. 6 comma 1 lett. e) GDPR e art. 9 (esercizio di pubblici poteri), dell’art. 6 comma 1 lett. b) GDPR (Adempimento di un contratto) e art. 6 comma 1 lett. c) GDPR (Trattamento necessario per adempiere un obbligo legale al quale è soggetto il titolare del trattamento). La durata dei trattamenti sarà limitata al tempo necessario a dare esecuzione al contratto, salvo quanto necessario per precostituire prova dell’esatto adempimento (fino allo spirare dei termini di prescrizione dei diritti obbligatori nascenti dalle prestazioni oggetto del contratto) e per norma di legge. Saranno garantiti i diritti previsti dagli art. 15 e ss del GDPR, che potrete esercitare con la modulistica messa a disposizione sul sito istituzionale, sezione privacy, ove troverete ulteriori informazioni utili sul trattamento dei vostri dati. Ciascuna parte si obbliga ad adottare misure di protezione dei dati personali conformi ai principi di cui al GDPR.
17 PUBBLICITÀ
Il testo integrale dell’avviso d’asta viene pubblicato:
– all’Albo Pretorio on-line del Comune;
– sito web istituzionale del Comune (www.comune.volpago-del-montello.tv.it), sezione Amministrazione trasparente – Bandi di gara al seguente link: http://www.comune.volpago-del-montello.tv.it/zf/index.php/bandi-di-gara/bandi-di-gara/elenco/sezione/attivi;
e, per estratto:
– su un quotidiano locale tra quelli a maggior diffusione;
– sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto (B.U.R.V.).
COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Provincia di Treviso
Piazza Ercole Bottani n. 4 – 31040 – C.F./P.IVA 00529220261
Tel. 04238733 fax 0423621482 – PEC volpago@pec.comunevolpago.it
www.comune.volpago-del-montello.tv.it
Ufficio Lavori Pubblici-Urbanistica 17 Orario Ufficio: lunedì 09:00 – 13:00
Tel. 0423873440 mercoledì 15:00 – 18:00
Email: lavoripubblici@comune.volpago-del-montello.tv.it venerdì 09:00 – 13:00
L’Amministrazione si riserva la facoltà di pubblicizzare ulteriormente l’esperimento dell’asta in forme e modi compatibili con lo svolgersi della procedura ad evidenza pubblica.
18 RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Ai sensi dell’art. 8 Legge n. 241/1990 si informa che il Responsabile del Procedimento in oggetto è l’ing. i. Alessandro Mazzero, Responsabile del Servizio Tecnico Lavori Pubblici ed Urbanistica del Comune di Volpago del Montello – tel. 0423.873441 – e-mail: a.mazzero@comunevolpago.it – PEC: volpago@pec.comunevolpago.it.
19 PRESENTAZIONE DI QUESITI INERENTI LA PROCEDURA
Eventuali quesiti inerenti l’asta potranno essere inviati entro e non oltre il giorno lunedì 20 maggio 2019, esclusivamente tramite posta elettronica certificata all’indirizzo: volpago@pec.comunevolpago.it; se di interesse generale, le risposte ai quesiti saranno pubblicate nel sito web istituzionale del Comune: www.comune.volpago-del-montello.tv.it nella sezione Amministrazione trasparente – Bandi di gara al seguente link: http://www.comune.volpago-del-montello.tv.it/zf/index.php/bandi-di-gara/bandi-di-gara/elenco/sezione/attivi
IL RESPONSABILE DELL’AREA TECNICA
LAVORI PUBBLICI – URBANISTICA
ing. i. Alessandro Mazzero
_________________________________

Scuola primaria Volpago – progetto lavori per protezione oleodotto (Del GC 38/2019)

LAVORI PER LA PROTEZIONE DELLE TUBAZIONI DELL’OLEODOTTO PRESENTI NELL’AREA DELLA SCUOLA PRIMARIA DI VOLPAGO DEL MONTELLO. APPROVAZIONE DEL PROGETTO DI FATTIBILITA’ TECNICA ED ECONOMICA.


LA GIUNTA COMUNALE
PREMESSO che con deliberazione di Giunta Comunale n. 76 del 06.09.2018 è stato preso atto
della modifica del piano di evacuazione della Scuola Primaria “Gobbato” di Volpago del Montello a
seguito della valutazione dell’impatto dell’oleodotto posto in prossimità della stessa scuola;
ATTESO che nella stessa deliberazione veniva dato indirizzo all’ufficio tecnico di provvedere ad
avviare la fase di analisi e progetto al fine di individuare la soluzione tecnica più idonea a garantire
la mitigazione del rischio;
CONSIDERATO che con determinazione n. 559 del 28.12.2018 è stato affidato ”Incarico
professionale per la redazione della progettazione di fattibilità tecnica ed economica, progettazione
definitiva e acquisizione parere vigili del fuoco per la protezione delle tubazioni dell’oleodotto
presenti nell’area della scuola primaria di Volpago del Montello”, alla Ditta F&M Divisione Impianti
Srl, con sede in via Belvedere 8/10 a Mirano (VE);
ATTESO che la ditta F&M Divisione Impianti Srl, con sede in via Belvedere 8/10 a Mirano (VE), ha
presentato in data 03.04.2019 prot. n. 4360, gli elaborati definitivi del progetto di fattibilità tecnica
ed economica ed in particolare:
Studio di fattibilità – interventi di mitigazione dei rischi  linee oleodotto
o Relazione Illustrativa – studio di fattibilità;
o Tav. F.01 – Pianta intervento e particolari costruttivi;
o
 Studio di fattibilità – Revisione piano di evacuazione – Pratica Vigili del Fuoco
o Relazione e calcolo uscite di emergenza;
o Tav. A01 – Planimetria generale
o Tav. A02 – Piano terra e primo;
 Piano di Emergenza
 Studio di fattibilità – Valutazione dei rischi
o Report tecnico valutazione dei rischi edificio scolastico
VISTO che il progetto di fattibilità tecnica ed economica prevede un importo totale di € 300.000,00;
RITENUTO di approvare il progetto di fattibilità tecnica ed economica per i lavori di protezione delle
tubazioni dell’oleodotto presenti nell’area della scuola primaria di Volpago del Montello in quanto gli
elaborati tecnici sono rispondenti alle finalità da perseguire;
VISTO, per la competenza dell’organo deliberante, l’art. 48 comma 1 del D.Lgs. 18.08.2000 n. 267;
ACQUISITI il parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica del Responsabile del Servizio
Tecnico Lavori Pubblici, ed il parere favorevole da parte del Responsabile del Servizio Finanziario,
in ordine alla regolarità contabile, ai sensi dell’art. 49 del D.lgs. 267/2000;
Tutto ciò premesso e considerato,
CON voti unanimi favorevoli, espressi nelle forme di legge,
DELIBERA
 Di approvare, dal punto di vista tecnico ed amministrativo, il PROGETTO DI FATTIBILITA’
TECNICA ED ECONOMICA DEI LAVORI PER LA PROTEZIONE DELLE TUBAZIONI
DELL’OLEODOTTO PRESENTI NELL’AREA DELLA SCUOLA PRIMARIA DI VOLPAGO DEL
MONTELLO, redatto Ditta F&M Divisione Impianti Srl, con sede in via Belvedere 8/10 a
Mirano (VE), costituiti dagli elaborati di seguito indicati, che vengono depositati e conservati
agli atti dell’ufficio Tecnico Comunale:
 Studio di fattibilità – interventi di mitigazione dei rischi linee oleodotto
 Relazione Illustrativa – studio di fattibilità;
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del D.Lgs 82/2005 s.m.i. e norme collegate, il quale sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa
DELIBERA DI GIUNTA n. 38 del 03-04-2019 Pag. n.2 COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Tav. F.01 – Pianta intervento e particolari  costruttivi;
 Studio di fattibilità – Revisione piano di evacuazione – Pratica Vigili del Fuoco
 Relazione e calcolo uscite di emergenza;
 Tav. A01 – Planimetria generale
 Tav. A02 – Piano terra e primo;
 Piano di Emergenza
 Studio di fattibilità – Valutazione dei rischi
 Report tecnico valutazione dei rischi edificio scolastico.
Tale studio presenta il seguente quadro economico:

A A – LAVORI A BASE D’APPALTO IMPORTO
A.1 Opere Civili € 67.000,00
A.2 Messa in sicurezza Oleodotto € 116.000,00
A.3 Impianto di segnalazione ed allarme € 18.000,00
A.4 Opere di adeguamento alla prevenzione incendi € 9.000,00
Importo lavori € 210.000,00
A.5 Oneri per la sicurezza € 10.500,00
TOTALE LAVORI A BASE D’APPALTO (A) € 220.500,00

 

B B – SOMME A DISPOSIZIONE
B.1 IVA 10% su lavori (somma A) € 22.050,00
B.2
Spese tecniche (progettazione esecutiva, direzione
lavori, contabilità e redazione certificato di regolare
esecuzione)
€ 28.215,64
B.3 CNPAIA 4% su spese tecniche € 1.128,63
B.4 IVA 22% sulle spese tecniche + CNPAIA € 6.455,74
B.5
Fondo incentivante per progettazione e sicurezza
(art. 113 D.Lgs. 50/2016) 2% (somma A)
€ 4.410,00
B.6 contributo di gara ANAC € 225,00
B.7
Spese per accertamenti, indagini geognostiche,
collaudi, ecc. (IVA compresa)
€ 2.500,00
B.8 Allacciamenti pubblici servizi € 1.500,00
B.9 Imprevisti ed arrotondamenti € 13.015,00

 

TOTALE SOMME A DISPOSIZIONE (B) € 79.500,00
TOTALE PROGETTO A+B € 300.000,00

Di dare atto che tale spesa è finanziata al capitolo 2457 del Bilancio;
Altresì,
DELIBERA
di dichiarare il presente atto, con separata votazione favorevole ed unanime, immediatamente
eseguibile ai sensi dell’art. 134, comma 4°, TUEL n. 267/2000, al fine di dare seguito alla
progettazione definitiva e poter acquisire i parere necessari.

SE POTESSI AVERE 1000 € AL MESE

Troviamo giusto informare i cittadini, che il dott. Alessandro Mazzochel assessore esterno alla cultura, quindi mai votato da nessuno, percepisce mensilmente per il suo incarico una cifra di € 1.098,00 sborsati dai cittadini e che la nostra richiesta di dimissioni nei suoi confronti non è un attacco personale, ma bensì una richiesta di buon senso da parte sua.
Abbiamo contestato la sua inadempienza dimostrata in questi tre ultimi anni, oltre i dieci della passata amministrazione, il fatto che non abbia mai presentato nessun progetto culturale, mica che ci sta poco simpatico.
Ora è chiaro che il suo attuale ruolo di assessore non è altro che il parcheggio in attesa della sua candidatura a sindaco di Giavera, ovvero quello che in gergo si dice “tegnar a carega calda”, non dimettersi perchè non c’è certezza di vincere le elezioni e nel caso non salisse al potere perderebbe uno stipendio sicuro .
Ieri a villa Wassermann, in pompa magna, erano ben quattro i sindaci della sua stessa corrente politica (per quante lui ne abbia passate di correnti) a sponsorizzarlo per le prossime amministrative. Da Marzio Favero di Montebelluna a Marianella Tormena di Crocetta, Fabio Vettori di Nervesa e non ultimo il primo cittadino di Volpago, Paolo Guizzo. Se il sindaco di Volpago non si è ancora reso conto dei ridicoli andirivieni del suo gruppo, ci stupisce che gli altri tre sindaci, esponenti di un movimento che parrebbe detestare la politica delle poltrone (così almeno a parole sostiene la Lega), non si siano messi una mano sulla coscienza.
Il dott. Mazzochel, prima di pensare di risolvere i problemi di Giavera, sarebbe il caso portasse a termine, anzi iniziasse a fare qualcosa per Volpago. Ci chiediamo come possa sostenere i due ruoli (oltre alla sua attività professionale) e rispondere personalmente alle richieste dei cittadini impegnati sul fronte culturale.
Di questo dovrebbe rispondere, soprattutto a chi da tempo si adopera per iniziative culturali e non si vede riconosciuto dall’assessore competente. Risponda entrando nel merito del suo mandato spiegando quello che ha fatto (e soprattutto non ha fatto) finora, e se non lo volesse fare ne risponda il sindaco, perché è lui che lo ha nominato assessore ed è quindi il responsabile politico e morale di questa imbarazzante vicenda.