Rassegna stampa del 21 marzo 2020

Coronavirus, Alpini, regolamenti edilizi comunali, sondaggi elettorali, nuova rotonda a Montebelluna, chiuso il profilo Facebook del sindaco di Montebelluna, reperti archeologici sotto l’ex Provincia, Pm10 a Pederobba, lavori fermi in Superstrada Pedemontana, ferramenta Bianchi chiusa per scelta.

vedi articoli

RICHIESTA MESSA IN SICUREZZA INCROCIO FRA VIA MARTIGNAGO BASSO E LE LATERALI VIA DELLA BUSA E BELFIORE

Questo è il testo della nostra richiesta inviata al Comune.


Facendo seguito alle numerose segnalazioni pervenuteci da parte di alcuni residenti di borgo Tocchetto, dopo un sopralluogo si è rilevata la pericolosità dell’incrocio fra via Martignago Basso e le laterali via della Busa e Belfiore. Nel tempo l’incrocio è già stato luogo di numerosi incidenti stradali senza che le amministrazioni comunali succedutesi negli anni abbiano mai fatto nulla per ridurne le cause. La mancanza di adeguata segnalazione di pericolo, infatti, è sicuramente una concausa, poiché soprattutto chi proviene da Nord, invitato dal rettilineo, molto spesso non rispetta i limiti previsti e procede ad alta velocità risultando un pericolo, non solo per chi dovesse uscire dalle laterali indicate, ma anche per gli eventuali pedoni che sostano nel piazzale adiacente, già spazio di manovra per gli scuolabus. La scarsa prospettiva visiva per chi si immette, che può indurre in errore e l’assenza di una segnaletica stradale d’incrocio pericoloso per chi transita lungo via Martignago, sono i motivi per i quali la Civica per Volpago richiede alla giunta d’intervenire. Si possa pertanto provvedere quanto prima al rifacimento della segnaletica a terra, in prossimità delle uscite di via della Busa e Belfiore, si integri quella verticale e se ne adotti una specifica orizzontale che possa funzionare da deterrente all’alta velocità lungo via Martignago, visto che i contenitori arancioni installati in vari punti del comune non hanno più nessun impatto sull’automobilista essendo notoriamente privi di fotocamera. La richiesta d’intervento da parte dei residenti è dovuto tanto per l’ormai imminente inizio delle scuole che la prevista chiusura al traffico del tratto stradale per oltre due mesi (dal 03.09 al 03.11) in occasione della costruzione del sovrappasso alla Strada Pedemontana Veneta.