Rassegna stampa del 30 novembre 2019

Distretto sanitario di Giavera, Montello in televisione, turismo sul Montello, nazisti, Piave, autonomia regionale, “sardine”.
Volpago: concerto natalizio, incentivi ai dipendenti comunali, marchio “Made in Veneto”, accuse del sindaco, incontro sul consumo di suolo.

vedi articoli

Programmazione fabbisogno personale 2019-2021 e piano assunzioni (Del. GC 48/2019)

PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DEL FABBISOGNO DEL PERSONALE ANNI 2019 – 2020. AGGIORNAMENTO E PIANO ASSUNZIONALE ANNO 2019


LA GIUNTA COMUNALE
VISTA la determinazione n. 85 del 05/03/201 9 con cui è stato autorizzato il trasferimento
dell’agente di Polizia Locale matr. n. 250 nei ruoli del Comune di Istrana per mobilità volontaria dal
01 /04/201 9;
PRESO ATTO che il Comune di Trevignano, con nota acquisita al prot. n. 421 3 in data
29/03/201 9, ha chiesto a questo Comune assenso al trasferimento per mobilità volontaria
dell’agente di Polizia Locale matr. n. a partire dal 1 6/04/201 9;
RICHIAMATE le disposizioni dettate dall’art. 30, comma 1 , del D. Lgs. 1 65/2001 , in base alle
quali: “Le amministrazioni possono ricoprire posti vacanti in organico mediante passaggio diretto di
dipendenti di cui all’articolo 2, comma 2, appartenenti a una qualifica corrispondente e in servizio
presso altre amministrazioni, che facciano domanda di trasferimento, previo assenso
dell’amministrazione di appartenenza”;
PRECISATO che la mobilità volontaria dei dipendenti da un Ente pubblico ad un altro, anche di
altro comparto, in applicazione del succitato art. 30, si configura quale passaggio diretto di
dipendenti e non rappresenta una cessazione del rapporto di lavoro, tant’è che il dipendente
conserva il trattamento giuridico ed economico in essere nell’Ente di provenienza (c.d. “neutralità
finanziaria”);
DATO ATTO che è volontà di questa Amministrazione concedere il nulla osta al trasferimento
per mobilità della dipendente matr. n. 520 presso il Comune di Trevignano, ma di subordinare
l’effettiva cessione del relativo contratto alla copertura del posto lasciato vacante;
RICHIAMATA la deliberazione di Giunta n. 1 05 del 21 /1 1 /201 8 ad oggetto “Programmazione
triennale del fabbisogno del personale 201 9 – 2021 e rideterminazione della dotazione organica”;
RILEVATO che:
– L’Ente può modificare in qualsiasi momento la programmazione del fabbisogno di
personale già approvata, per il sopravvenire di nuove esigenze;
– Questa Amministrazione non incorre nel divieto di assunzione di personale in quanto ha
rispettato tutti i vincoli finanziari e procedurali imposti dalla legislazione vigente in materia di
assunzioni;
– L’assunzione tramite istituto di mobilità tra Enti pubblici soggetti al regime di limitazione
delle assunzioni è da considerare neutra ani fini della capacità assunzionale, così come
previsto dall’art. 1 , comma 47, della legge 21 1 /2004;
RITENUTO, sulla base delle considerazioni sopra riportate, di modificare il piano dei fabbisogni
del personale 201 9 – 2021 prevedendo per il corrente anno 201 9, oltre a quanto già previsto in
delibera 1 05/201 8, anche il ricorso alla mobilità esterna per coprire due posti di agente di Polizia
Locale a tempo pieno e indeterminato;
DATO ATTO che il presente aggiornamento del piano triennale del fabbisogno del personale
anni 201 9 – 2021 non comporta aggravi di spesa rispetto a quanto previsto con delibera n. 1 05 del
21 /1 1 /201 8;
VISTO il parere favorevole dell’Organo di revisione allegato alla presente;
VISTI i pareri espressi, ai sensi dell’art.49 del Tuel, dalla Responsabile dell’Area
Amministrativo – Demografica in merito alla legittimità tecnica dell’atto e dal Responsabile
dell’Area Economica Finanziaria in merito al rispetto dei limiti finanziari e di bilancio;
CON VOTI favorevoli unanimi resi nei modi di legge,
DELIBERA
1 . Di concedere, per quanto in premessa specificato, il rilascio del nulla osta al trasferimento per
mobilità volontaria esterna presso il Comune di Trevignano (TV) della dipendente matr. n. 520,
agente di Polizia locale, cat. C;
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del D.Lgs 82/2005 s.m.i. e norme collegate, il quale sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa
DELIBERA DI GIUNTA n. 48 del 23-04-2019 Pag. n.2 COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
2. Di subordinare l’effettiva cessione del contratto alla copertura del posto di agente di Polizia
Locale lasciato vacante;
3. Di aggiornare il Piano triennale dei fabbisogni del personale anni 2019 – 2020 – 2021 e di
approvare contestualmente il piano assunzionale per l’anno 2019 prevedendo, per il
corrente anno, oltre a quanto già previsto nella delibera 1 05/201 8, anche la copertura delle
seguenti figure professionali:
– n. 2 Agenti di Polizia Locale cat. C a tempo pieno e indeterminato da reclutare attraverso
una procedura di mobilità ex art. 30 del D. Lgs. 1 65/2001 ;
4. Di confermare i calcoli sintetizzati nella tabella allegata alla deliberazione n. 1 05 del 21 /11 /201 8
– allegato denominato Dotazione organica economica – in ragione del fatto che la presente
rimodulazione presenta la caratteristica di neutralità finanziaria rispetto a quanto programmato;
5. Di demandare alla Responsabile dell’Area Amministrativo – Demografica l’adozione di tutti gli
atti e adempimenti successivi alla presente deliberazione;
6. Di trasmettere copia del presente provvedimento sia alla dipendente interessata sia al Comune
di Trevignano (TV).
Altresì
DELIBERA
con separata apposita votazione espressa in forma palese ad esito favorevole unanime, di
dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 1 34, c. 4°, del D.
Lgs. n. 267 del 1 8/08/2000, in considerazione dell’urgenza di provvedere rapidamente ad attuare
quanto sopra.

Organigramma e servizi comunali (Del. GC 46/2019)

AGGIORNAMENTO ORGANIGRAMMA E MODIFICA ORGANIZZAZIONE SERVIZI COMUNALI.


LA GIUNTA COMUNALE
RICHIAMATA la delibera di Giunta n. 53 in data 06/06/2018, ad oggetto “Riorganizzazione
dei servizi comunali e aggiornamento organigramma”, con cui è stato disposto il trasferimento della
gestione amministrativa delle concessioni cimiteriali dall’Area Tecnica Lavori Pubblici all’Area
Amministrativo-Demografica;
RICHIAMATA inoltre la delibera di Giunta n. 19 in data 13/02/2019, ad oggetto
“Riorganizzazione dei Servizi Comunali dell’Area tecnica e aggiornamento delle indennità di
posizione e di risultato relative”, con cui sono stati ridefiniti i servizi attribuiti alle Aree tecniche del
Comune, comprendendo nell’Area Attività Produttive – Edilizia privata, l’ufficio edilizia privata,
l’ufficio commercio e lo sportello unico, e nell’Area Lavori Pubblici – Urbanistica, l’ufficio lavori
pubblici e l’ufficio urbanistica;
PREMESSO che il D. Lgs. 267/2000 e il D. Lgs. 165/2001 delineano il quadro normativo in
materia di organizzazione e disciplina degli uffici;
RICHIAMATO l’art. 6 del D. Lgs. 165/2001 che prevede che la disciplina degli uffici venga
disposta previa verifica degli effettivi fabbisogni dell’ente ed in funzione di finalità quali
l’accrescimento dell’efficienza dell’ente e la migliore utilizzazione delle risorse umane;
DATO ATTO che il D. Lgs. 267/2000 – artt. 48 e 89 – prevede in capo alla Giunta
Comunale specifiche competenze in ordine alla definizione di atti generali di organizzazione degli
uffici e dei servizi;
CONSIDERATO che in materia di organizzazione del personale la normativa vigente – art.
89 comma 5 del D. Lgs. 267/2000 – attribuisce agli Enti Locali piena “autonomia normativa ed
organizzativa con i soli limiti derivanti dalla propria capacità di bilancio e dalle esigenze di esercizio
delle funzioni, dei servizi e dei compiti loro attribuiti”;
ATTESO che:
L’organizzazione interna del personale dipendente deve essere – funzionale al
perseguimento dei programmi politici dell’amministrazione comunale, al fine di attuare al
meglio i progetti che si intendono realizzare;
– Al fine di rendere efficiente, efficace ed economica l’azione amministrativa è necessario
dotarsi di un’organizzazione interna e di una distribuzione del personale in servizio nelle
diverse aree adeguata alle esigenze operative e strategiche dell’amministrazione;
– Al fine di attuare un’efficiente organizzazione, è necessario tenere conto dei criteri di
flessibilità degli incarichi;
RITENUTO necessario, a seguito della riorganizzazione dei servizi comunali dell’Area
Tecnica, effettuare una nuova valutazione dei servizi e delle risorse umane attribuite alle varie
Aree;
RITENUTO opportuno trasferire l’Istruttore amministrativo – cat. C1 – matricola n. 110,
dall’Area Attività produttive – Edilizia privata all’Area Lavori Pubblici – Urbanistica;
RICORDATO che, nella richiamata delibera 53/2018, il trasferimento della gestione
amministrativa delle concessioni cimiteriali era stato motivato da una contingente carenza di
personale;
RILEVATO che, a seguito del trasferimento della dipendente matr. n. 110 all’Area Lavori
Pubblici – Urbanistica, nella dotazione di personale della medesima area si possono superare le
criticità che avevano motivato la decisione di cui alla delibera di Giunta n. 53 del 06/06/2018;
RITENUTO necessario aggiornare conseguentemente l’organigramma, da ultimo approvato
con delibera 53/2018;
VISTO il parere favorevole di regolarità tecnica espresso dal responsabile dell’area
amministrativo-demografica ai sensi dell’art. 49, comma 1, del decreto legislativo 18/08/2000, n.
267;
VISTO il parere favorevole di regolarità contabile espresso dal responsabile dell’area
economico-finanziaria ai sensi dell’art. 49, comma 1, del decreto legislativo 18/08/2000, n. 267;
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del D.Lgs 82/2005 s.m.i. e norme collegate, il quale sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa
DELIBERA DI GIUNTA n. 46 del 16-04-2019 Pag. n.2 COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Con voti favorevoli unanimi resi nei modi di legge,
DELIBERA
per le ragioni esposte in premessa, che si intendono qui integralmente richiamate:
Di trasferire l’Istruttore amministrativo – cat. C1 – matricola n. 110, 1. dall’Area Attività
produttive – Edilizia privata all’Area Lavori Pubblici – Urbanistica;
2.Di trasferire la gestione amministrativa delle concessioni cimiteriali dall’Area
Amministrativo-Demografica all’Area Lavori Pubblici – Urbanistica;
3.Di approvare l’aggiornamento dell’organigramma così come allegato alla presente, per
formarne parte integrante e sostanziale, dando nel contempo atto che rimane ferma la
dotazione organica così come da ultimo approvata con delibera di Giunta n. 105 del
21/11/2018.
Altresì
DELIBERA
con separata apposita votazione espressa in forma palese ad esito favorevole unanime, di
dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, c. 4°, del D.
Lgs. n. 267 del 18/08/2000, per poter dare seguito tempestivamente ai conseguenti atti.

Ricognizione eccedenze personale (Del. GC 45/2019)

RICOGNIZIONE PER L’ANNO 2019 DELLE ECCEDENZE DI PERSONALE AI SENSI DELL’ART. 33 DEL D. LGS. 165/2001 MODIFICATO DALL’ART. 16 L. 12 NOVEMBRE 2011, N. 183.


LA GIUNTA COMUNALE
VISTA la delibera di Giunta Comunale n. 75 del 27/09/2017 di ricognizione delle eccedenze di
personale per l’anno 2017;
VISTO l’art.16 Legge 12 novembre 2011 n.183 (Legge di stabilità per l’anno 2012), modificativo
dell’art. 33 D. Lgs n.165/2001, il quale impone alle Pubbliche Amministrazioni di provvedere
annualmente alla ricognizione delle eventuali situazioni di soprannumero e di eccedenze di
personale in servizio da valutarsi alla luce di esigenze funzionali e/o connesse alla situazione
finanziaria dell’ente;
RICORDATO che:
– questa disposizione impone a tutte le amministrazioni pubbliche di effettuare la ricognizione
annuale delle condizioni di soprannumero e di eccedenza del personale e dei dirigenti;
– la stessa disposizione impegna i dirigenti ad attivare tale procedura per il proprio settore e
sanziona le P.A. inadempienti con il divieto di effettuare assunzioni di personale a qualunque titolo,
dettando nel contempo le procedure da applicare per il collocamento in esubero del personale
eccedente o in soprannumero ai fini della loro ricollocazione presso altre amministrazioni ovvero, in
caso di esito negativo, ai fini della risoluzione del rapporto di lavoro;
VISTI, in particolare, i primi tre commi del citato art. 33 i quali, testualmente, prevedono che :
“1- Le pubbliche amministrazioni che hanno situazioni di soprannumero o rilevino comunque
eccedenze di personale, in relazione alle esigenze funzionali o alla situazione finanziaria, anche in
sede di ricognizione annuale prevista dall’articolo 6, comma 1, terzo e quarto periodo, sono tenute
ad osservare le procedure previste dal presente articolo dandone immediata comunicazione al
Dipartimento della funzione pubblica.”
“2- Le amministrazioni pubbliche che non adempiono alla ricognizione annuale di cui al comma 1
non possono effettuare assunzioni o instaurare rapporti di lavoro con qualunque tipologia di
contratto pena la nullità degli atti posti in essere.”
“3- La mancata attivazione delle procedure di cui al presente articolo da parte del dirigente
responsabile è valutabile ai fini della responsabilità disciplinare”;
CONSIDERATO che la condizione di soprannumero si rileva dalla presenza di personale in
servizio a tempo indeterminato extra dotazione organica e che la condizione di eccedenza si rileva
dalla impossibilità dell’Ente di rispettare i vincoli dettati dal Legislatore per il tetto di spesa del
personale;
VISTE le dichiarazioni dei Responsabili di Area relative all’insussistenza di condizioni di
soprannumero e di eccedenza di personale per i propri rispettivi settori;
RILEVATO che, dal confronto fra la dotazione organica, così come approvata con delibera di
Giunta Comunale n. 105 del 21/11/2018, e le attuali presenze in servizio, non emergono situazioni
di soprannumero di personale;
DATO atto che, sulla base di comunicazione del responsabile dell’area economico-finanziaria, la
spesa del personale prevista per l’anno 2019 è nel limite della media del triennio 2011-2013 e che
l’Ente si trova nel pieno rispetto dei vincoli previsti dall’art. 1, comma 557 della legge 27.12.2006 n.
296, dal D.L. N. 78/2010 convertito in legge n. 122/2010, dalla legge 183/2011 e dal D.L. n.
201/2011 convertito in legge n. 214/2011;
VISTO l’obbligo di inviare copia della presente deliberazione al Dipartimento della Funzione
Pubblica;
RITENUTO altresì opportuno informare i soggetti sindacali;
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del D.Lgs 82/2005 s.m.i. e norme collegate, il quale sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa
DELIBERA DI GIUNTA n. 45 del 16-04-2019 Pag. n.2 COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
VISTO il parere favorevole di regolarità tecnica espresso dal responsabile dell’area
amministrativo-demografica ai sensi dell’art. 49, comma 1, del decreto legislativo 18/08/2000, n.
267;
VISTO il parere favorevole di regolarità contabile espresso dal responsabile dell’area
economico-finanziaria ai sensi dell’art. 49, comma 1, del decreto legislativo 18/08/2000, n. 267;
Con voti favorevoli unanimi resi nei modi di legge
DELIBERA
1 – Di dare atto che, per le ragioni esposte in premessa e che si intendono qui integralmente
richiamate, l’attuale struttura dotazionale di questo Ente non presenta situazione di esubero od
eccedenza di personale e che, pertanto, non sussiste il vincolo di cui all’art.16 comma 2 Legge 12
novembre 2011, n.183;
2 – Di demandare ai competenti Uffici comunali gli adempimenti conseguenti a tale rilievo quali la
trasmissione del presente atto alle Organizzazioni Sindacali territoriali di categoria e al
Dipartimento della Funzione Pubblica.
Altresì
DELIBERA
con separata apposita votazione espressa in forma palese ad esito favorevole unanime, di
dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, c. 4°, del D.
Lgs. n. 267 del 18/08/2000, per poter dare seguito tempestivamente ai conseguenti atti.