DELLA SERIE: SE À SEMPRE FAT CUSÌTA!

È evidente che il sindaco, con questo articolo, non risponde certamente al nostro intervento relativo all’opera di fronte la chiesa di Volpago, ma sicuramente a qualcun altro. La Civica non ha contestato l’opera in quanto tale, si è invece soffermata sull’estetica, degna di un’anonima zona industriale e non del sagrato della parrocchiale.
Egregio sindaco, esiste una infinità di materiali ben più consoni ad un luogo sacro, rispetto ad un tetro ed anonimo manto d’asfalto. È la cura del dettaglio che fa la differenza, pur nel rispetto della normativa vigente. Pertanto invitiamo il Primo Cittadino a rileggersi il nostro intervento, magari due volte in due giorni diversi, come facevano i giudici della Serenissima. Repubblica che dell’estetica ne fece un vanto per secoli

LA BELLEZZA “POTREBBE” SALVARE IL MONDO.

Se davvero un giorno la bellezza dovesse salvare il mondo, Volpago ne rimarrebbe esclusa. Ogni occasione per poter abbellire il nostro paese viene sprecata.
L’ultima, ma solo in ordine di tempo, è il nuovo marciapiedi corredato da dissuasore di fronte alla chiesa di Volpago. Il monumento più rappresentativo del capoluogo si trova ad avere, a ridosso del sagrato, solo una banale colata d’asfalto che, se rispetta le normative come è giusto che sia, dal punto di vista estetico è semplicemente “brutto” tanto che l’assoluta mancanza di cura nei dettagli sminuisce e banalizza tutto il resto intorno: materiali completamente diversi e male accostati, muretto di contenimento del manto erboso parzialmente coperto o rattoppato, banalissimi paletti peraltro posati in opera senza un minimo di cura.
Era stato chiesto a chiare lettere in consiglio comunale che si prestasse attenzione nella scelta dei materiali e dell’esistente, però, così evidentemente non è stato ed è sotto gli occhi di tutti. Se manca il senso del bello, bastava usare almeno il buon senso, un minimo di attenzione nel conservare la dignità della chiesa considerando che la soluzione a tutti i problemi non si ottiene sempre e solo con la solita grezza mano di asfalto, ne esistono di alternative soprattutto quando si ostentano investimenti nel comune da milioni euro.

Marciapiede via Pastro – variante (Del. GC 17/2019)

LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DI UN NUOVO MARCIAPIEDE LUNGO VIA LUIGI PASTRO, DALL’INCROCIO CON VIA SCHIAVONESCA VECCHIA AL CIMITERO DI SELVA DEL MONTELLO. APPROVAZIONE PERIZIA SUPPLETIVA E DI VARIANTE


LA GIUNTA COMUNALE
RICHIAMATI i seguenti atti:
la deliberazione del Consiglio Comunale n. 62 del 29 dicembre 2016, l’intervento – di cui trattasi è
stato inserito nel programma triennale delle opere pubbliche relativo al triennio 2017-2019 ed
elenco annuale 2017, in quanto di importo superiore a € 100.000,00, in ottemperanza a quanto
previsto dall’art. 128 del D.Lgs. 163/2006 riguardante;
– la Determinazione n. 128 in data 24.03.2017, l’incarico di progettazione preliminare, definitiva
ed esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, direzione lavori e
coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dei lavori all’ing. Ugo Ganz, direttore
tecnico della società G&B PROGETTI SRL di Pieve di Soligo;
– la deliberazione della Giunta Comunale n. 41 del 14.06.2017, con la quale è stato approvato lo
studio di fattibilità, redatto dall’ingegner Ugo Ganz della Società di ingegneria G. & B. Progetti di
Pieve di Soligo, che prevede la realizzazione di un marciapiede lungo via Luigi Pastro,
dall’intersezione con Via Schiavonesca Vecchia fino al cimitero, per un costo totale stimato in €
100.000,00, per sostenere il quale sussiste la necessaria disponibilità al capitolo 3123 del
bilancio relativo al corrente esercizio, precisando che è stato assegnato un contributo di €
90.000,00 dal Consorzio Bim Piave (come da nota prot.n. 136 del 22.02.2017 dello stesso,
acquisita al nostro prot. n. 2665/2017)
– il progetto definitivo-esecutivo, presentato in data 20.09.2017 ed acquisito al protocollo n.
13035, dal professionista incaricato con la citata Determinazione n. 128/2017, ing. Ugo Ganz
della società G&B PROGETTI SRL di Pieve di Soligo;
– la deliberazione del Consiglio Comunale n.59 del 14.11.2017, è stata apportata una variazione
al bilancio di previsione del triennio 2017-2019, al fine di adeguare il finanziamento del progetto
in questione ad € 135.000,00;
– il progetto definitivo-esecutivo aggiornato alle prescrizioni della conferenza dei servizi,
presentato in data 01.12.2017 ed acquisito al protocollo n. 16739, dal professionista incaricato,
relativo ai LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DI UN NUOVO MARCIAPIEDE LUNGO VIA
LUIGI PASTRO, DALL’INCROCIO CON VIA SCHIAVONESCA VECCHIA AL CIMITERO DI
SELVA DEL MONTELLO;
– la deliberazione di della Giunta Comunale n. 114 del 06.12.2017, con la quale è stato approvato
il progetto esecutivo, redatto dall’ingegner Ugo Ganz della Società di ingegneria G. & B. Progetti
di Pieve di Soligo;
– la determinazione n. 75 del 20.02.2018 con la quale è stata indetta una gara mediante
procedura aperta per l’appalto dei lavori di cui trattasi, ai sensi del comma 4 dell’art. 95 del
D.Lgs. n. 50/2016 del nuovo codice dei contratti D.Lgs. n. 50 del 18.04.2016, nel rispetto dei
principi generali previsti dallo stesso Decreto; in esito alla quale, con determinazione n. 139 del
17/04/2018 i lavori sono stati aggiudicati all’impresa COSTRUZIONI STRADALI MARTINI
SILVESTRO SRL con sede a Vo’ (PD) per il prezzo di € 88.288,85, al netto di € 3.234,88 per
lavorazioni in economia (per un totale di € 91.523,73), oltre ad € 2.745,55 per oneri per la
sicurezza (per un importo contrattuale complessivo netto di € 94.269,28) e dell’IVA;
– la determinazione n. 271 del 17.07.2018 ha dato atto dell’intervenuta efficacia della
determinazione di aggiudicazione, a seguito della verifica, con esito positivo, del possesso dei
requisiti di legge in capo all’aggiudicatario;
– contratto d’appalto dei lavori in forma di scrittura privata rep.n. 6 in data 29.08.2018, stipulato
con modalità elettronica;
RICORDATO che:
– i lavori di cui trattasi hanno avuto inizio in data 10 settembre 2018;
CONSIDERATO che si è resa necessaria la redazione di una perizia suppletiva di variante al fine
di realizzare alcune lavorazioni non previste in fase di redazione del progetto e a tal fine di RUP ha
chiesto alla Direzione dei Lavori di redigere una Perizia di Variante e Suppletiva per la
realizzazione di lavorazioni aggiuntive, che possono rientrare nella fattispecie previste dall’art. 106
del D.Lvo 50/2016 e s.m.i..;
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del D.Lgs 82/2005 s.m.i. e norme collegate, il quale sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa
DELIBERA DI GIUNTA n. 17 del 06-02-2019 Pag. n.2 COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
ATTESO che con nota del 25.01.2019 prot. 1267 il Direttore dei Lavori ha trasmesso copia del
progetto di Perizia Suppletiva, dove nella Relazione tecnica sono descritti i lavori aggiuntivi che qui
vengono riportati sinteticamente:
adeguamento alle prescrizioni del Comando Rete Pol per interferenza del  progetto con linee
oleodotto;
 adeguamento posizione pali illuminazione pubblica rispetto a condotta acque meteoriche
esistente;
 nuovo allacciamento acquedotto;
DATO atto che le opere previste nella perizia di variante non incidono rispetto alla formulazione dei
pareri espressi in sede di Conferenza di Servizi semplificata in modalità asincrona, per la
valutazione preliminare del progetto definitivo;
PRESO ATTO della verifica, con esito positivo, della perizia di cui trattasi, compiuta dal
Responsabile del procedimento, ai sensi dell’art. 26 del D.Lgs. n. 50/2016;
VALUTATA la conformità del progetto alle previsioni urbanistiche ed alla normativa vigente, in
particolare al Decreto Legislativo n. 50/2016 ed al Regolamento attuativo D.P.R. n. 207/2010, per
quanto applicabile;
RITENUTO di approvare la Perizia Suppletiva e di variante di cui trattasi in quanto corrispondente
a quanto commissionato e rispondente alle finalità da perseguire;
RICORDATO il Codice Unico di Progetto degli investimenti pubblici reso obbligatorio dall’art. 11
della Legge 16 gennaio 2003 n. 3 “Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica
amministrazione” sarà acquisito in via definitiva all’atto dell’inserimento nel programma delle opere
pubbliche dell’intervento in oggetto: CUP E21B16000440004;
VISTO, per la competenza dell’organo deliberante, l’art. 48 comma 1 del D.Lgs. 18.08.2000 n. 267;
VISTO il Decreto Legislativo 18.04.2016, n. 50, recante il nuovo codice dei contratti pubblici;
ACQUISITI i pareri favorevoli del Responsabile del Servizio tecnico lavori pubblici, in ordine alla
regolarità tecnica, e del Responsabile del Servizio finanziario, in ordine alla regolarità contabile, ai
sensi dell’art. 49 del D.Lgs. 267/2000;
CON voti unanimi favorevoli, espressi nelle forme di legge,
DELIBERA
1. di approvare, dal punto di vista tecnico ed amministrativo, per le ragioni in premessa esposte,
la perizia suppletiva e di variante per la LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DI UN NUOVO
MARCIAPIEDE LUNGO VIA LUIGI PASTRO, DALL’INCROCIO CON VIA SCHIAVONESCA
VECCHIA AL CIMITERO DI SELVA DEL MONTELLO, presentata dal Direttore dei Lavori ing.
Ugo Ganz, direttore tecnico della società G&B PROGETTI SRL di Pieve di Soligo, in data
25.01.2019 ed acquisita al protocollo n. 1267, costituito dagli elaborati di seguito indicati,
depositati agli atti dell’ufficio tecnico lavori pubblici:
Allegati:
1)Relazione tecnica ed illustrativa con quadro economico di spesa
2)Quadro comparativo – perizia suppletiva
3)Atto di sottomissione con verbale di concordamento nuovi prezzi
Tavole grafiche:
Tav. 3a – Planimetria di progetto: tratto stradale da Via Schiavonesca Vecchia al civico n. 101
Tav. 3b – Planimetria di progetto: tratto stradale dal civico n. 101 al Cimitero
Tav. 5a – Sezione tipo di progetto: A-A B-B C-C
Tav. 5b – Sezione tipo di progetto: D-D E-E
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del D.Lgs 82/2005 s.m.i. e norme collegate, il quale sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa
DELIBERA DI GIUNTA n. 17 del 06-02-2019 Pag. n.3 COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Tav. 5c – Sezione tipo di progetto: F-F G-G
che presenta il seguente quadro economico:

A – LAVORI A BASE D’APPALTO quadro di progetto   quadro di aggiudicazione     PERIZIA DI VARIANTE
Importo lavori                                     € 105.427,36                 € 88.288,85                           € 108.720,64
Lavori in economia                          € 3.234,88                      € 3.234,88
Oneri per la sicurezza                        € 2.745,55                       € 2.745,55                              € 2.745,55
TOTALE LAVORI A BASE D’APPALTO € 111.407,79         € 94.269,28                            € 111.466,19
B – SOMME A DISPOSIZIONE
IVA 10% su lavori                                 € 11.140,78                     € 9.426,93                            € 11.146,62
Spese tecniche (progettazione esecutiva, direzione
lavori, contabilità e redazione certificato di regolare
esecuzione)                                          € 9.650,00                           € 9.650,00                         € 9.650,00
IVA 22% e C.I. 4% su spese tecniche € 2.593,92                       € 2.593,92                           € 2.593,92
contributo di gara ANAC                                                                  € 60,00                              € 60,00
Imprevisti ed arrotondamenti              € 207,51                            € 18.999,87                      € 83,27
TOTALE SOMME A DISPOSIZIONE € 23.592,21                   € 40.730,72                          € 23.533,81
TOTALE PROGETTO                           € 135.000,00                   € 135.000,00                    € 135.000,00

2. di dare atto che:
 trova applicazione l’art.106, comma 1 lett. b) e comma 7 del D.Lgs.50/2016 e ss.mm.ii.,
che ammette variazioni dell’importo contrattuale entro il limite del cinquanta per cento, che
non alterino la natura complessiva del contratto;
 le maggiori lavorazioni, dell’importo di € 17.196,91, al netto di iva, sono inferiori al 50%
dell’importo contrattuale di € 94.269,28;
 con apposito provvedimento del Responsabile del Servizio lavori pubblici si provvederà
all’integrazione degli impegni di spesa necessari;
3. di dare atto che la spesa complessiva di € 135.000,00 per l’intervento in oggetto è finanziata
con risorse proprie della stazione appaltante, con imputazione al capitolo 3123;
Altresì,
D E L I B E R A
di dichiarare, con separata e successiva votazione espressa in forma palese e ad esito favorevole
unanime, il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, comma 4°, TUEL n.
267/2000, per poter dare seguito tempestivamente ai conseguenti atti.

Marciapiedi e pavimentazioni – autorizzazione subappalto (Det. 29/2019)

LAVORI DI REALIZZAZIONE DI MARCIAPIEDE IN VIA VENOZZI, PAVIMENTAZIONE AREA ESTERNA DEL CENTRO COTTURA COMUNALE, ASFALTATURA DI VICOLO CANTARANE ED ALCUNI TRATTI DI STRADE BIANCHE. AUTORIZZAZIONE AL SUBAPPALTO A IMPRESA LUISETTO GIAN PAOLO.


IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO LAVORI PUBBLICI
RICHIAMATI i seguenti atti:
la deliberazione della Giunta Comunale n.128 in data 20.12.2017 con cui – è stato approvato
il progetto esecutivo dei LAVORI DI REALIZZAZIONE DI UN MARCIAPIEDE IN VIA
VENOZZI, PAVIMENTAZIONE DELL’AREA ESTERNA DEL CENTRO COTTURA
COMUNALE, ASFALTATURA DI VICOLO CANTARANE ED ALCUNI TRATTI DI STRADE
BIANCHE, redatto dal professionista incaricato, Eros Cavallin, dello studio Tecnohabitat
Ingegneria, con sede in via Cavour n. 23 a Montebelluna (TV), per un importo complessivo
stimato in € 190.000,00, di cui € 148.600,00 per soli lavori, compresi € 7.086,34 per
lavorazioni in economia e € 2.567,11 per i costi per la sicurezza non soggetti a ribasso;
– la determinazione del Responsabile dell’Area Tecnica Lavori Pubblici n. 568 del
22.12.2017, di indizione di una gara per l’appalto dei lavori sopradescritti mediante
procedura aperta, ai sensi dell’art. 60 del D.Lgs. 18.04.2016 n. 50, selezionando la migliore
offerta con ricorso al criterio di aggiudicazione del minor prezzo, ai sensi del comma 4
dell’art. 95 del D.Lgs. n. 50/2016;
– la determinazione n.121 in data 29.03.2018 di aggiudicazione, mediante procedura aperta,
dei lavori in oggetto all’impresa MONDIN GABRIELE SRL con sede a Cornuda (TV) in via
del Lavoro n. 28, che ha offerto un ribasso del 12,499% (dodici virgola
quattrocentonovantanove per cento in lettere) corrispondente ad un’offerta pari ad €
121.579,62 al netto di € 7.086,34 per lavorazioni in economia e € 2.567,11 per i costi per la
sicurezza, non soggetti a ribasso, e dell’Iva;
– la determinazione n. 290 del 17.08.2018 che ha reso efficace la determinazione di
aggiudicazione n. 139 del 17.04.2018 a seguito della verifica, con esito positivo, del
possesso dei requisiti prescritti dalla normativa vigente, da parte dell’aggiudicatario
MONDIN GABRIELE SRL con sede a Cornuda (TV), P.Iva: 03733740264;
RICORDATO, altresì, che con deliberazione del Consiglio Comunale n. n. 28 del 25.05.2018 è
stata adottata una variante al Piano degli interventi relativa alla variazione del progetto di
realizzazione di un marciapiede in Via Venozzi, ai sensi dell’art. 4 della Legge Regionale n.
11/2004, successivamente approvata con deliberazione del Consiglio Comunale n. 45 del
29.09.2018;
RICORDATO che la spesa complessiva, stimata, per l’intervento in oggetto, nell’importo di €
190.000,00, rimasto complessivamente invariato anche a seguito dell’approvazione della variante
sopra citata, è finanziato con imputazione al capitolo 3120 del bilancio dell’Ente;
AREA TECNICA LAVORI PUBBLICI E URB. n. 29 del 01-02-2019 – pag. 1
RICHIAMATO il contratto d’appalto, rep. n. 5./sp, stipulato in forma di scrittura privata in formato
elettronico in data 27.09.2018;
VISTA la nota acquisita al protocollo n. 835 in data 17.01/.2019, con la quale è stata richiesta
l’autorizzazione al subappalto di opere di spianamento strade e piazzali, taglio piante e posa di
materiali inerti, all’impresa individuale LUISETTO GIAN PAOLO, con sede legale in via Fratta, 5/C
di Resana (TV), P.I. 03180640264, per un importo presunto di € 28.000,00;
PRESO ATTO che, all’atto della presentazione dell’offerta, la ditta appaltatrice aveva dichiarato
l’intenzione di subappaltare i suddetti lavori;
DATO ATTO che l’importo delle opere di cui è richiesto il subappalto è contenuto entro i limiti
stabiliti dall’art. 105 del D. Lgs. n 50/2016;
VISTO il contratto di subappalto tra l’impresa MONDIN GABRIELE SRL e l’impresa individuale
LUISETTO GIAN PAOLO, agli atti d’ufficio;
RISCONTRATO che l’impresa subappaltatrice:
è in possesso di requisiti tecnico professionali ed economico finanziari adeguati – alla qualità e
quantità dei lavori da eseguire;
– è in possesso di Documento unico di regolarità contributiva valido (Prot. INPS_12759818);
DATO ATTO che:
– è stato acquisito, in relazione all’intervento in oggetto, il seguente Codice Unico di Progetto degli
investimenti pubblici reso obbligatorio dall’art. 11 della Legge 16 gennaio 2003 n. 3 “Disposizioni
ordinamentali in materia di pubblica amministrazione”: E21B17000130004;
– è stato acquisito dall’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici il C.I.G. – codice identificativo
di gara: 732528693B;
– che il presente provvedimento è compatibile con gli stanziamenti di bilancio, come sopra indicati
e con le regole di finanza pubblica vigenti;
VISTO il D.Lgs. n. 50/2016, recante il nuovo codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e
forniture, in particolare l’art. 105 riguardante i subappalti;
ACQUISITI il parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica del Responsabile del Servizio
tecnico lavori pubblici, ed il parere favorevole in ordine alla regolarità contabile da parte del
Responsabile del Servizio Finanziario, ai sensi dell’art. 147 bis del D.Lgs. 267/2000, dando atto
che il presente provvedimento non necessita di impegno di spesa;
VISTO l’art. 107 del D. Lgs. n. 267/00;
VISTO il Decreto del Sindaco n. 14 in data 29.12.2018, di nomina del Responsabile del Sevizio
tecnico lavori pubblici;
DETERMINA
1.di autorizzare l’impresa appaltatrice MONDIN GABRIELE SRL con sede a Cornuda (TV) in
via del Lavoro n. 28, P.Iva e cod.fisc.: 03733740264 a subappaltare lavori di spianamento
strade e piazzali, taglio piante e posa di materiali inerti, nell’ambito dell’appalto dei LAVORI
DI REALIZZAZIONE DI UN MARCIAPIEDE IN VIA VENOZZI, PAVIMENTAZIONE
DELL’AREA ESTERNA DEL CENTRO COTTURA COMUNALE, ASFALTATURA DI
VICOLO CANTARANE ED ALCUNI TRATTI DI STRADE BIANCHE, all’impresa individuale
LUISETTO GIAN PAOLO, per un importo presunto di € 28.000,00;
2.di dare atto di quanto segue:
AREA TECNICA LAVORI PUBBLICI E URB. n. 29 del 01-02-2019 – pag. 2
– la ditta appaltatrice ha presentato a questo Ente il contratto di subappalto con
l’impresa subappaltatrice, dall’esame del quale si rileva l’impegno da parte dell’l’impresa
appaltatrice al rispetto della condizione stabilita dall’articolo 105, comma 14, del D.Lgs. n.
50/2016, ai sensi del quale <<L’affidatario deve praticare, per le prestazioni affidate in
subappalto, gli stessi prezzi unitari risultanti dall’aggiudicazione, con ribasso non superiore
al venti per cento, nel rispetto degli standard qualitativi e prestazionali previsti nel contratto
di appalto. L’affidatario corrisponde i costi della sicurezza e della manodopera, relativi alle
prestazioni affidate in subappalto, alle imprese subappaltatrici senza alcun ribasso; la
stazione appaltante, sentito il direttore dei lavori, il coordinatore della sicurezza in fase di
esecuzione, ovvero il direttore dell’esecuzione, provvede alla verifica dell’effettiva
applicazione della presente disposizione>>;
– sussiste l’impegno da parte dell’impresa subappaltatrice all’osservanza degli
obblighi sanciti dalla Legge 13 agosto 2010, n. 136 in materia di tracciabilità dei flussi
finanziari;
– la ditta subappaltatrice si impegna al rispetto degli obblighi in materia di sicurezza;
– l’Amministrazione Comunale provvederà al pagamento direttamente al
subappaltatore LUISETTO GIAN PAOLO, in quanto piccola impresa, secondo quanto
previsto dall’art.105 comma 13 lett.a del D.Lgs.50/2018 sulla base degli stati di
avanzamento approvati dalla Direzione Lavori.
F.to Il Responsabile del Servizio
MAZZERO ALESSANDRO

Marciapiedi e pavimentazioni – autorizzazione subappalto (Det. 28/2019)

LAVORI DIREALIZZAZIONE DI MARCIAPIEDE IN VIA VENOZZI, PAVIMENTAZIONE AREA ESTERNA DEL CENTRO COTTURA COMUNALE, ASFALTATURA DI VICOLO CANTARANE ED ALCUNI TRATTI DI STRADE BIANCHE. AUTORIZZAZIONE AL SUBAPPALTO A IMPRESA DE FAVERI BRUNO SRL


IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO LAVORI PUBBLICI
RICHIAMATI i seguenti atti:
la deliberazione della Giunta Comunale n.128 in data 20.12.2017 con cui – è stato approvato
il progetto esecutivo dei LAVORI DI REALIZZAZIONE DI UN MARCIAPIEDE IN VIA
VENOZZI, PAVIMENTAZIONE DELL’AREA ESTERNA DEL CENTRO COTTURA
COMUNALE, ASFALTATURA DI VICOLO CANTARANE ED ALCUNI TRATTI DI STRADE
BIANCHE, redatto dal professionista incaricato, Eros Cavallin, dello studio Tecnohabitat
Ingegneria, con sede in via Cavour n. 23 a Montebelluna (TV), per un importo complessivo
stimato in € 190.000,00, di cui € 148.600,00 per soli lavori, compresi € 7.086,34 per
lavorazioni in economia e € 2.567,11 per i costi per la sicurezza non soggetti a ribasso;
– la determinazione del Responsabile dell’Area Tecnica Lavori Pubblici n. 568 del
22.12.2017, di indizione di una gara per l’appalto dei lavori sopradescritti mediante
procedura aperta, ai sensi dell’art. 60 del D.Lgs. 18.04.2016 n. 50, selezionando la migliore
offerta con ricorso al criterio di aggiudicazione del minor prezzo, ai sensi del comma 4
dell’art. 95 del D.Lgs. n. 50/2016;
– la determinazione n.121 in data 29.03.2018 di aggiudicazione, mediante procedura aperta,
dei lavori in oggetto all’impresa MONDIN GABRIELE SRL con sede a Cornuda (TV) in via
del Lavoro n. 28, che ha offerto un ribasso del 12,499% (dodici virgola
quattrocentonovantanove per cento in lettere) corrispondente ad un’offerta pari ad €
121.579,62 al netto di € 7.086,34 per lavorazioni in economia e € 2.567,11 per i costi per la
sicurezza, non soggetti a ribasso, e dell’Iva;
– la determinazione n. 290 del 17.08.2018 che ha reso efficace la determinazione di
aggiudicazione n. 139 del 17.04.2018 a seguito della verifica, con esito positivo, del
possesso dei requisiti prescritti dalla normativa vigente, da parte dell’aggiudicatario
MONDIN GABRIELE SRL con sede a Cornuda (TV), P.Iva: 03733740264;
RICORDATO, altresì, che con deliberazione del Consiglio Comunale n. n. 28 del 25.05.2018 è
stata adottata una variante al Piano degli interventi relativa alla variazione del progetto di
realizzazione di un marciapiede in Via Venozzi, ai sensi dell’art. 4 della Legge Regionale n.
11/2004, successivamente approvata con deliberazione del Consiglio Comunale n. 45 del
29.09.2018;
RICORDATO che la spesa complessiva, stimata, per l’intervento in oggetto, nell’importo di €
190.000,00, rimasto complessivamente invariato anche a seguito dell’approvazione della variante
sopra citata, è finanziato con imputazione al capitolo 3120 del bilancio dell’Ente;
AREA TECNICA LAVORI PUBBLICI E URB. n. 28 del 01-02-2019 – pag. 1
RICHIAMATO il contratto d’appalto, rep. n. 5./sp, stipulato in forma di scrittura privata in formato
elettronico in data 27.09.2018;
VISTA la nota acquisita al protocollo n. 15248 in data 09.11.2018, con la quale l’impresa
appaltatrice MONDIN GABRIELE SRL ha richiesto l’autorizzazione al subappalto dei lavori di posa
di corpi illuminanti, cavi e puntazze di messa a terra, ascrivibili alla categoria OG10, all’impresa
DE FAVERI BRUNO SRL, con sede legale in Caerano di San Marco (TV), Via Piave n. 161/a, con
codice fiscale e partita IVA n 03498070261, per un importo presunto di €. 10.000,00;
PRESO ATTO che, all’atto della presentazione dell’offerta, la ditta appaltatrice aveva dichiarato
l’intenzione di subappaltare i suddetti lavori;
DATO ATTO che l’importo delle opere di cui è richiesto il subappalto è contenuto entro i limiti
stabiliti dall’art. 105 del D. Lgs. n 50/2016;
VISTO il contratto di subappalto tra l’impresa MONDIN GABRIELE SRL e l’impresa DE FAVERI
BRUNO SRL, agli atti d’ufficio;
RISCONTRATO che l’impresa subappaltatrice:
è in possesso di attestazione SOA per categoria e classifica adeguate alla qualità – e quantità dei
lavori da eseguire;
– è in possesso di Documento unico di regolarità contributiva valido (Prot. INAIL_13880773);
DATO ATTO che:
– è stato acquisito, in relazione all’intervento in oggetto, il seguente Codice Unico di Progetto degli
investimenti pubblici reso obbligatorio dall’art. 11 della Legge 16 gennaio 2003 n. 3 “Disposizioni
ordinamentali in materia di pubblica amministrazione”: E21B17000130004;
– è stato acquisito dall’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici il C.I.G. – codice identificativo
di gara: 732528693B;
– che il presente provvedimento è compatibile con gli stanziamenti di bilancio, come sopra indicati
e con le regole di finanza pubblica vigenti;
VISTO il D.Lgs. n. 50/2016, recante il nuovo codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e
forniture, in particolare l’art. 105 riguardante i subappalti;
ACQUISITI il parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica del Responsabile del Servizio
tecnico lavori pubblici, ed il parere favorevole in ordine alla regolarità contabile da parte del
Responsabile del Servizio Finanziario, ai sensi dell’art. 147 bis del D.Lgs. 267/2000, dando atto
che il presente provvedimento non necessita di impegno di spesa;
VISTO l’art. 107 del D. Lgs. n. 267/00;
VISTO il Decreto del Sindaco n. 14 in data 29.12.2018, di nomina del Responsabile del Sevizio
tecnico lavori pubblici;
DETERMINA
1.di autorizzare l’impresa appaltatrice MONDIN GABRIELE SRL con sede a Cornuda (TV) in
via del Lavoro n. 28, P.Iva e cod.fisc.: 03733740264 a subappaltare lavori di posa di corpi
illuminanti, cavi e puntazze di messa a terra, ascrivibili alla categoria OG10, nell’ambito
dell’appalto dei LAVORI DI REALIZZAZIONE DI UN MARCIAPIEDE IN VIA VENOZZI,
PAVIMENTAZIONE DELL’AREA ESTERNA DEL CENTRO COTTURA COMUNALE,
ASFALTATURA DI VICOLO CANTARANE ED ALCUNI TRATTI DI STRADE BIANCHE,
all’impresa DE FAVERI BRUNO SRL, per un importo presunto di € 10.000,00;
2.di dare atto di quanto segue:
AREA TECNICA LAVORI PUBBLICI E URB. n. 28 del 01-02-2019 – pag. 2
la ditta appaltatrice ha presentato a questo Ente il contratto di subappalto – con l’impresa
subappaltatrice, dall’esame del quale si rileva l’impegno da parte dell’l’impresa appaltatrice
al rispetto della condizione stabilita dall’articolo 105, comma 14, del D.Lgs. n. 50/2016, ai
sensi del quale <<L’affidatario deve praticare, per le prestazioni affidate in subappalto, gli
stessi prezzi unitari risultanti dall’aggiudicazione, con ribasso non superiore al venti per
cento, nel rispetto degli standard qualitativi e prestazionali previsti nel contratto di appalto.
L’affidatario corrisponde i costi della sicurezza e della manodopera, relativi alle prestazioni
affidate in subappalto, alle imprese subappaltatrici senza alcun ribasso; la stazione
appaltante, sentito il direttore dei lavori, il coordinatore della sicurezza in fase di
esecuzione, ovvero il direttore dell’esecuzione, provvede alla verifica dell’effettiva
applicazione della presente disposizione>>;
– sussiste l’impegno da parte dell’impresa subappaltatrice all’osservanza degli obblighi sanciti
dalla Legge 13 agosto 2010, n. 136 in materia di tracciabilità dei flussi finanziari;
– la ditta subappaltatrice si impegna al rispetto degli obblighi in materia di sicurezza;
– l’Amministrazione Comunale provvederà al pagamento direttamente al subappaltatore DE
FAVERI BRUNO SRL, in quanto piccola impresa, secondo quanto previsto dall’art.105
comma 13 lett.a del D.Lgs.50/2018 sulla base degli stati di avanzamento approvati dalla
Direzione Lavori.
F.to Il Responsabile del Servizio
MAZZERO ALESSANDRO