Chiusura cimitero Volpago per estumulazioni (Ord. 20/2019)

CHIUSURA AL PUBBLICO DEL CIMITERO DI VOLPAGO DEL MONTELLO VENERDI’ 1 MARZO 2019 PER OPERAZIONI DI ESTUMULAZIONE SALME


IL SINDACO
DATO ATTO che presso il Cimitero di Volpago del Montello sono state programmate
operazioni di estumulazione salme per il giorno 01 marzo 2019;
DATO ATTO che per ragioni igienico – sanitarie e di sicurezza è doveroso chiudere al
pubblico l’accesso al cimitero durante tali lavori;
SENTITO inoltre il parere del Responsabile del Servizio Demografico, nonché Responsabile
del Servizio Cimiteriale;
VISTO l’art. 54 del D.lgs 267/00
DISPONE
LA CHIUSURA AL PUBBLICO DEL CIMITERO DI VOLPAGO DEL MONTELLO PER IL
GIORNO 01 MARZO 2019 DALLE ORE 08:00 ALLE ORE 11:00 per ragioni igienico –
sanitarie e di sicurezza durante le operazioni di estumulazione.
La presente ordinanza sarà pubblicata all’albo pretorio del Comune e presso il Cimitero di
Volpago del Montello.
Contro la presente ordinanza è ammesso il ricorso al TAR veneto entro 60 gg, e ricorso
straordinario al P.d.R. entro 120 gg., ricorso al Prefetto entro 30 gg.
IL SINDACO
(Ing. Paolo Guizzo)

Modifiche viabilità per lavori gas metano (Ord. 18/2019)

ORDINANZA DI MODIFICA TEMPORANEA DELLA VIABILITA’ INTEGRAZIONE PER LAVORI DI SCAVO E POSA CONDOTTA GAS METANO E RELATIVI ALLACCI SULLE VIE PIAVE -MARTIGNAGO -LEVADA


VISTA la richiesta di integrazione pervenuta in data 21/02/2019 Prot. 2630 dalla Ditta MAZZA
SRL con sede in via Roma 66 Borgo Satollo BS, quale ditta incaricata per conto Asco Piave con
sede a Pieve di Soligo, e la richiesta per la chiusura di via Piave, il senso alternato all’angolo con via
Martignago e il senso alternato su via Levada con orario 0-24, vista la necessità di allacciare la nuova
rete gas a quella esistente, considerata la particolare ristrettezza della sede stradale, e la larghezza
dell’area di scavo, tendente ad ottenere l’autorizzazione alla temporanea modifica della viabilità
stradale mediante chiusura e istituzione del senso unico alternato regolato da impianto semaforico o
movieri,
CONSIDERATO che i lavori non sono stati ancora ultimati;
VISTA la necessità di permettere un regolare e sicuro svolgimento dei lavori stessi ed evitare così
pericoli per la circolazione di persone e di veicoli;
VISTA l’ordinanza n° 150 del 21/12/2018, n° 2 del 15/01/2019;
RILEVATO che la ristrettezza della carreggiata nelle vie interessate dai lavori non consente la
normale circolazione stradale contemporaneamente all’esecuzione dei lavori rendendo necessario
l’istituzione temporanea del senso unico alternato o la chiusura delle stesse in funzione delle loro
caratteristiche dimensionali per consentire lo stazionamento di macchine operatrici sulla sede
stradale;
VISTO il Disciplinare tecnico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 10 luglio 2002
relativamente a segnaletica temporanea di cantiere;
VISTA l’autorizzazione allo scavo n° 12 del 2018 rilasciata dall’Ufficio LLPP sede;
VISTO l’art. 107 e l’art. 50 , del D.Lvo 267 del 18.8.2000 e succ mod;
VISTO IL Decreto del Sindaco di nomina del Responsabile del Servizio Polizia Locale n. 11/2018;
VISTO l’art.5, 6 , 7,12,21 del Codice della Strada ( D.lvo 285/92 ) e succ.mod;
VALUTATA la correttezza dell’istruttoria;
D I S P O N E E P R E S C R I V E
IL TEMPORANEO RESTRINGIMENTO DELLA SEDE STRADALE E LA TEMPORANEA
ISTITUZIONE DEL SENSO UNICO ALTERNATO A TRATTI CON LIMITE MASSIMO DI 30 KMH E IL
DIVIETO DI SORPASSO SU TRATTO DI VIA MARTIGNAGO ALL’INCROCIO CON VIA PIAVE E SU
TRATTO DI VIA LEVADA INTERESSATO DAI LAVORI REGOLATO DA MOVIERI O IMPIANTO
SEMAFORICO E IDONEA SEGNALETICA VERTICALE TEMPORANEA DAL GIORNO 26.02.2019
FINO AL GIORNO 01.03.2019 CON ORARIO 0-24, ESCLUSI SABATO E DOMENICA E FESTIVI
CON EVENTUALE PROROGA SINO AL TERMINE DEI LAVORI ONDE CONSENTIRE
L’ESECUZIONE DEI LAVORI IN PREMESSA INDICATI.
LA CHIUSURA TEMPORANEA AL TRAFFICO STRADALE DI VIA PIAVE ALL’INNESTO CON VIA
MARTIGNAGO DAL 26.02.2019 al 01.03.2019 CON ORARIO 0-24 ESCLUSI SABATO E
DOMENICA E FESTIVI.
LA SEGNALETICA DI MODIFICA DELLA VIABILITA’ DOVRA’ ESSERE APPOSTA SOLTANTO
DURANTE L’ESECUZIONE DEI LAVORI.
LA PRESENTE ORDINANZA SI INTENDE SOSPESA IN CASO DI INTERRUZIONE DEI LAVORI
PER MALTEMPO O PER ALTRE CIRCOSTANZE DI FORZA MAGGIORE.
INOLTRE DOVE POSSIBILE DOVRA’ ESSERE ALLESTITO PERCORSO ALTERNATIVO SULLE
PRIME VIE UTILI CHE PRECEDONO IL TRATTO INTERESSATO DAI LAVORI EVENTUALMENTE
DA CONCORDARSI CON L’UFFICIO SCRIVENTE.
Nelle fasi di riapertura al traffico delle aree di intervento dovrà essere garantito il regolare transito
sulla sede stradale in sicurezza.
1)Sul posto a cura della ditta esecutrice dei lavori dovrà essere posta idonea e sufficiente segnaletica
stradale atta a segnalare la modifica della viabilità conforme al decreto Ministeriale del Ministero delle
Infrastrutture e dei Trasporti del 10/07/2002, tavole 66 e 70 nonché di segnalare la presenza di
ostacoli o pericoli sulla carreggiata a causa dei lavori, anche di notte se necessario.
SEGNALETICA: TAVOLE 66 e 70, Cartello di lavori in corso, limite di 30 km/h, cartello di
restringimento della carreggiata divieto di sorpasso, cartello di semaforo e senso unico alternato,
cartello di passaggio obbligatorio a dx o sx ambo i sensi di marcia, lanterne luminose per la
segnalazione notturna .
2) In caso di regolazione della viabilità con movieri dovrà essere utilizzato, personale con indumenti ad
alta visibilità e muniti di idonea paletta bifacciale come da regolamento cds.
3) Occultamento della segnaletica presente in contrasto con la segnaletica temporanea di cantiere
4) L’impiego di semaforo per la regolazione del traffico dovrà tenere dei flussi di traffico transitanti e di
conseguenza la regolazione dei tempi dovrà essere fatta in modo da evitare incolonnamenti.
5) Al termine dei lavori, qualora abbiano interessato il manto stradale procedere al ripristino del manto
stradale avendo cura di compattare l’area di intervento e di procedere ad eventuale aggiunta in caso
di formazione di avvallamenti, e secondo quanto prescritto dall’Ufficio LLPP Comunale.
6) A cura della ditta incaricata di adottare tutte le cautele nell’Area di cantiere al fine di non creare
pericolo per la circolazione stradale.
7)La presente Ordinanza non ha valore su strade Provinciali ricadenti nel territorio in quanto
necessitanti di Nulla osta preventivo e di Ordinanza autonoma.
8) Copia della presente ordinanza dovrà essere tenuta in cantiere dalla ditta incaricata dai lavori ed
esibita se richiesta agli organi di Polizia Stradale.
9) Di rimuovere al termine dei lavori la segnaletica temporanea ed eventuali materiali di cantiere
depositati sulla sede stradale.
10) Che prima dell’esecuzione di ogni intervento compatibilmente con l’urgenza dovrà essere fatta
comunicazione all’amministrazione Comunale;
11) Per quanto non espressamente indicato relativamente alla segnaletica temporanea di cantiere si
rimanda a Dm del Ministero Infrastrutture e Trasporti del 2002 e relativi schemi segnaletici differenziali
in funzione del tipo di intervento da eseguirsi.
In caso di inosservanza quanto sopra indicato saranno applicate le sanzioni previste dalla normativa in
materia.
Dovrà essere consentito l’accesso ai residenti ed ai frontisti, ai mezzi di soccorso ed alle forze di
Polizia, compatibilmente con l’andamento dei lavori.
Questa Amministrazione ed i propri dipendenti sono sollevati da eventuali responsabilità o molestia
derivanti da danni a cose o correlati dall’esecuzione delle predette attività di cantiere, restando in
capo alla ditta esecutrice dei lavori nonché di tutti gli obblighi derivanti dalla normativa di
prevenzione degli infortuni sul lavoro.
Il personale preposto ai Servizi di Polizia Stradale di cui all’art. 12 del C.D.S. è incaricato
dell’esecuzione della presente Ordinanza.
La presente Ordinanza sarà pubblicata all’Albo Pretorio del Comune.
Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al TAR TRIBUNALE AMMINISTRATIVO
REGIONALE entro 60 giorni dalla pubblicazione.
Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E
DEI TRASPORTI art.37 cds, entro 60 giorni dalla pubblicazione.
IL RESPONSABILE DI POLIZIA LOCALE
V.C. Paolo Gasparetto

Senso alternato via fornace vecchia per posa condotta (Ord. 17/2019)

ORDINANZA DI ISTITUZIONE TEMPORANEA DEL SENSO UNICO ALTERNATO SI TRATTO DI VIA FORNACE VECCHIA PER LAVORI DI POSA NUOVA CONDOTTA PLUVIRRIGUA


IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE
VISTA la richiesta pervenuta il 18/02/2019 dalla ditta Gallo Road con sede in Padova via
P.Maroncelli 23 per conto del CONSORZIO STABILE SIS SOCIETA’ CONSORTILE PER
AZIONI, con sede legale in Torino in via Invorio 24/a, quale Ditta appaltatrice incaricata dei
lavori di realizzazione opere correlate ai lavori di costruzione della Pedemontana veneta ,
tendente ad ottenere la regolamentazione e modifica temporanea della viabilità su tratto di
via Fornace vecchia , mediante istituzione del senso unico alternato in corrispondenza
dell’area di intervento del cantiere della nuova PDV onde poter eseguire i lavori di
attraversamento della sede stradale per posa nuova condotta pluvirrigua, opere correlate
alla costruzione della superstrada;
VISTA la particolarità dell’intervento nonché della portata dei lavori stessi e che il progetto
della nuova PDV, nel progetto esecutivo, onde garantire la sicurezza di persone e dei veicoli
durante le fasi dei lavoro;
VISTA la necessità di permettere un regolare e sicuro svolgimento dei lavori stessi ed evitare
così pericoli per la circolazione di persone e di veicoli e la possibilità di deviare il traffico
senza creare problemi alla circolazione stradale;
VISTA la possibilità di regolamentare la circolazione stradale mediante posa di idonea
segnaletica verticale temporanea;
VISTO l’art. 107 e l’art. 50 , del D.Lvo 267 del 18.8.2000 e succ. mod;
VISTO IL Decreto del Sindaco di nomina del Responsabile del Servizio Polizia Locale n. 11
/2018;
VISTO l’art.5, 6 , 7,12, e 21 del Codice della Strada ( D.lvo 285/92 );
D I S P O N E E PRESCRIVE
LA MODIFICA TEMPORANEA DELLA VIABILITA’ CON ISTITUZIONE DEL SENSO
UNICO ALTERNATO REGOLATO DA MOVIERI O SEMAFORO SU TRATTO DI VIA
FORNACE VECCHIA COMPRESO TRA VIA CANALE E VIA MADONNA MERCEDE DAL
21 FEBBRAIO AL 28 FEBBRAIO 2019 DALLE ORE 07.00 ALLE 19.00.
DISPONE ALTRESI’ NEL TRATTO INTERESSATO IL LIMITE MASSIMO DI 30 KMH ED
IL DIVIETO DI SORPASSO.
Sul posto dovrà essere posta idonea e sufficiente segnaletica stradale atta a segnalare la
chiusura e la modifica della viabilità, come da schema da voi inviato in allegato alla richiesta
e secondo quanto previsto dall’art.21 del cds , tav.65-66 del DM del Ministero delle
Infrastrutture e dei Trasporti del 2002.
La realizzazione dei lavori sul sedime stradale dovranno essere conformi alla regola dell’arte
e secondo quanto previsto dal disciplinare tecnico sulle norme di costruzione delle
infrastrutture stradali, secondo quanto previsto dal progetto esecutivo approvato e secondo
le eventuali prescrizioni disposte dall’Ufficio LLPP Comunale e dall’ufficio LLPP comunale del
Comune di Volpago del Montello ente proprietario della strada.
La segnaletica di cantiere di modifica della viabilità dovrà essere apposta all’atto dell’ effettiva
esecuzione dei lavori.
1)Inoltre di procedere all’occultamento della segnaletica se presente in contrasto con la
segnaletica temporanea di cantiere, e procedere alla realizzazione della segnaletica
orizzontale sulla nuova sede viaria.
2)Al termine dei lavori procedere al ripristino del manto stradale mediante asfaltatura a
caldo conformemente alla regola dell’arte avendo cura di compattare l’area di intervento e di
procedere ad eventuale aggiunta in caso di formazione di avvallamenti, e secondo quanto
prescritto dall’Ufficio LLPP Comunale.
3) A cura della ditta incaricata di adottare tutte le cautele nell’Area di cantiere al fine di evitare
di non creare pericolo per la circolazione stradale.
4)La presente Ordinanza non ha valore su strade Provinciali ricadenti nel territorio in quanto
necessitanti di Nulla osta preventivo e di Ordinanza autonoma.
5) Copia della presente ordinanza dovrà essere tenuta in cantiere dalla ditta incaricata dai
lavori ed esibità se richiesta agli organi di Polizia Stradale.
6) Di rimuovere al termine dei lavori la segnaletica temporanea ed eventuali materiali di
cantiere depositati sulla sede stradale.
7) Che prima dell’esecuzione di ogni intervento compatibilmente con l’urgenza dovrà essere
fatta comunicazione all’amministrazione Comunale;
8) Per quanto non espressamente indicato relativamente alla segnaletica temporanea di
cantiere si rimanda a Dm del Ministero del 2002 e relativi schemi segnaletici differenziali in
funzione del tipo di intervento da eseguirsi.
In caso di inosservanza quanto sopra indicato saranno applicate le sanzioni previste dalla
normativa in materia.
Dovrà essere consentito l’accesso ai residenti ed ai frontisti, ai mezzi di soccorso ed alle
forze di Polizia, compatibilmente con l’andamento dei lavori.
Questa Amministrazione ed i propri dipendenti sono sollevati da eventuali responsabilità o
molestia derivanti da danni a cose o correlati dall’esecuzione delle predette attività di
cantiere, restando in capo alla ditta esecutrice dei lavori nonché di tutti gli obblighi derivanti
dalla normativa di prevenzione degli infortuni sul lavoro.
Il personale preposto ai Servizi di Polizia Stradale di cui all’art. 12 del C.D.S. è incaricato
dell’esecuzione della presente Ordinanza.
La presente Ordinanza sarà pubblicata all’Albo Pretorio del Comune.
Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al TAR TRIBUNALE
AMMINISTRATIVO REGIONALE entro 60 giorni dalla pubblicazione.
Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al MINISTRO DELLE
INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI art.37 cds, entro 60 giorni dalla pubblicazione.
IL RESPONSABILE DELLA POLIZIA LOCALE
V.C. Paolo Gasparetto

Revoca sequestro cani leptospirosi – rettifica (Ord. 16/2019)

REVOCA SEQUESTRO CANI AFFETTI DA LEPTOSPIROSI – RETTIFICA


IL SINDACO
VISTA la propria precedente ordinanza n. 14 del 15 febbraio 2019 ad oggetto “REVOCA
SEQUESTRO CANI AFFETTI DA LEPTOSPIROSI” con la quale è stato disposto il
dissequestro di un cane pittbull; i dati del proprietario sono riportati nell’allegato all’ordinanza
stessa;
VISTO che per mero errore è stato indicato come responsabile del procedimento l’arch.
Lorenzon Luca invece dell’ing.i. Mazzero Alessandro;
RITENUTO dover procedere alla rettifica del testo dell’ordinanza solo per la parte di
indicazione del responsabile del procedimento nell’ing. i. Mazzero Alessandro,
ORDINA
La rettifica del testo dell’ordinanza n.14 del 15 febbraio 2019 come segue:
il responsabile del procedimento è l’ing.i. Mazzero Alessandro
E’ fatto obbligo a chiunque spetti, di osservare e far osservare la presente Ordinanza.
Si trasmetta copia a:
-ULSS2 marca Trevigiana Servizio Sanità Animale diretto dal dr. De Rui – mail
protocollo.aulss2@pecveneto.it
-Corpo di Polizia Locale;
Si precisa che:
l’Amministrazione competente è il Comune di Volpago del Montello.
L’Ufficio competente è l’Ufficio Attività Produttive, edilizia privata e urbanistica, presso la
sede municipale di piazza Ercole Bottani n. 4.
il responsabile del procedimento è l’ing.i. Mazzero Alessandro.
Avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale al Tribunale
Amministrativo Regionale per il Veneto ovvero, alternativamente, ricorso straordinario al
Presidente della Repubblica, rispettivamente entro 60 giorni o 120 giorni dal ricevimento del
presente atto, ai sensi dell’art. 8 e seguenti del D.P.R. 24 novembre 1971 n. 1199.
Volpago, lì 18/02/2019
IL SINDACO
Ing. Paolo Guizzo

Posizione MAZZERO (Dec. 3/2019)

INCARICO DI RESPONSABILE DI SERVIZIO E DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA ALL’ING. I. MAZZERO ALESSANDRO.


IL SINDACO
VISTI il D. Lgs. 165/2001 e successive modifiche, il D. Lgs. 267/2000 e successive
modifiche ed il CCNL Funzioni Locali per il triennio 2016-18, sottoscritto in data 21/05/2018;
RICHIAMATO il nuovo CCNL Funzioni Locali per il triennio 2016-18, sottoscritto in data
21/05/2018, ed in particolare l’art. 13 c. 3 laddove si stabilisce che “Gli incarichi di posizione
organizzativa di cui all’art.8 del CCNL del 31.3.1999 e all’art.10 del CCNL del 22.1.2004, già
conferiti e ancora in atto, proseguono o possono essere prorogati fino alla definizione del
nuovo assetto delle posizioni organizzative, successivo alla determinazione delle procedure
e dei relativi criteri generali previsti dal comma 1 dell’art 14 e, comunque, non oltre un anno
dalla data di sottoscrizione del presente CCNL.”;
RICHIAMATO il parere ARAN CFL6 del 07/09/2018, ai sensi del quale “tutti gli incarichi di
posizione organizzativa già conferiti e ancora in atto, anche se con scadenza successiva al
20/05/2019, ivi compresi quelli eventualmente attribuiti dopo il 21/05/2018, nel regime
transitorio, per fronteggiare specifiche esigenze organizzative degli enti, proseguono e
possono essere anche prorogati fino alla definizione del nuovo assetto delle posizioni
organizzative”;
RICHIAMATA
la delibera di Giunta n. 19 del 13/02/2019, immediatamente eseguibile, – ad oggetto
“Riorganizzazione dei servizi comunali dell’Area tecnica e aggiornamento delle
indennità di posizione e di risultato relative” con cui si ridefiniscono i servizi
attribuiti alle Aree tecniche del Comune e si aggiornano le indennità di posizione e
risultato dei Responsabili delle Aree tecniche;
– RICHIAMATA la delibera di Consiglio Comunale n. 65 del 20/12/2018 di
approvazione del documento unico di programmazione 2019 – 2021, dichiarata
immediatamente eseguibile;
– RICHIAMATA altresì la delibera di Consiglio Comunale n. 66 del 20/12/2018 di
approvazione del bilancio di previsione 2019 – 2021, dichiarata immediatamente
eseguibile;
VISTI i propri decreti n. 13 e 14 del 29/12/2018 con cui erano stati prorogati all’ing. i.
Mazzero Alessandro gli incarichi di Responsabile del Servizio e titolare di posizione
organizzativa dell’Area Attività produttive – edilizia privata e urbanistica e di Responsabile
dell’Area Tecnica Lavori Pubblici;
RITENUTO, conseguentemente all’adozione delle predette deliberazioni ed al fine di
consentirne l’attuazione dei contenuti, di procedere all’attribuzione della posizione
organizzativa dell’Area Lavori Pubblici – Urbanistica, sino alla data del 20/05/2019, all’ing. i.
Mazzero Alessandro, al fine di assicurare un periodo di tempo adeguato ad avviare il
processo di definizione del nuovo assetto delle aree di posizione organizzativa,
coerentemente alla preliminare determinazione delle procedure e relativi criteri generali,
garantendo contestualmente la necessaria continuità organizzativa delle attività dei settori ed
uffici dell’Ente;
CONSIDERATO l’organigramma del Comune con riguardo al personale in servizio
appartenente alla categoria D, al quale è possibile conferire gli incarichi di cui trattasi;
CONSIDERATE l’articolazione dei servizi, nonché le professionalità del personale di
idonea categoria;
VALUTATI i requisiti culturali posseduti, la capacità professionale e l’esperienza
acquisiti dal predetto dipendente;
DISPONE
La nomina dell’ing. i. Mazzero Alessandro quale Responsabile del 1) Servizio “Lavori
Pubblici – Urbanistica” (art. 109, D. Lgs. 267/2000) ed il contestuale conferimento allo
stesso della relativa Posizione Organizzativa (artt. 8, 9, 10, 11, c.c.n.l. 31.3.99), per lo
svolgimento di funzioni di direzione dell’unità organizzativa dell’Ente denominata
“Lavori Pubblici – Urbanistica”, fino al 20/05/2019. Sono conseguentemente revocati i
propri decreti n. 13 e 14 del 29/12/2018;
2)Di stabilire:
– che il rapporto sarà regolato dalle norme di legge e dai contratti collettivi;
– che, in caso di assenza od impedimento, le funzioni di Responsabile del Servizio
verranno svolte dal Responsabile dell’Area Area Attività Produttive – Edilizia
Privata e, che in caso di assenza contemporanea dei due Responsabili, dal
Segretario Generale;
– che l’indennità di posizione e di risultato spetta nella misura stabilita dalla delibera
di Giunta Comunale n. 19 del 13/02/2019.
Il presente incarico può essere revocato prima della scadenza qualora maturino le condizioni
per attivare una diversa soluzione organizzativa e/o il “nuovo” assetto delle posizioni
organizzative previsto dall’art. 13, comma 3, del CCNL del 21/05/2018.
Volpago del Montello, lì 18/02/2019
Il Sindaco
Ing. Paolo Guizzo