Rimozione rifiuti via Pastro (Ord. 27/2019)

OGGETTO: ORDINANZA DI RIMOZIONE/SMALTIMENTO RIFIUTI –
RIPRISTINO STATO DEI LUOGHI – IN LOCALITA’ SELVA DEL MONTELLO
LUNGO VIA LUIGI PASTRO.
Egr. Sig.
OMISSISS
legale rappresentante della ditta OMISSISS
con sede in OMISSISS
31040 Volpago del Montello (TV)
e p. c. Spett.le PROVINCIA DI TREVISO
Servizio Ecologia ed Ambiente
Via Cal di Breda, 116
31100 Treviso
comunicazione via PEC: protocollo.provincia.treviso@pecveneto.it
Spett.le A.R.P.A.V.
Dipartimento provinciale di TV
Via Santa Barbara, 5/a
31100 Treviso
comunicazione via PEC: daptv@pec.arpav.it
Spett.le COMANDO CARABINIERI PER
LA TUTELA DELL’AMBIENTE
NOE di TREVISO
Viale della Repubblica, 22
31020 Villorba (TV)
comunicazione via e-mail: noetvcdo@carabinieri.it
Spett.le REGIONE CARABINIERI
FORESTALE “VENETO”
Gruppo di Treviso
Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale
Agroalimentare e Forestale
Via Sartori, 7
31100 TREVISO
comunicazione via e-mail: ftv44114@pec.carabinieri.it
IL SINDACO DEL COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
PREMESSO
che il D. Lgs. n.152 del 3 aprile 2006 e ss.mm.ii., adegua alle direttive – europee la
disciplina nazionale per la gestione dei rifiuti, nella parte IV – Norme in materia di gestione
dei rifiuti e bonifica dei siti inquinati;
che, in particolare, l’art.192 del citato decreto, impone il divieto di abbandono – e deposito
incontrollato di rifiuti sul suolo e nel suolo, nonché l’immissione di rifiuti di qualsiasi
genere nelle acque superficiali o sotterranee, e prevede al comma 3, in caso di violazione
del divieto, che si disponga con Ordinanza Sindacale, la rimozione, l’avvio al recupero o
lo smaltimento dei rifiuti e il ripristino dello stato dei luoghi;
VISTO
– il verbale datato 26.03.2019, prot. n.1408, pos.08.01.01, redatto dall’Agente di P.G.
Carabiniere Scelto M.S. appartenente al Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale
Agroalimentare e Forestale del Gruppo di Treviso della Regione Carabinieri Forestale
Veneto, con allegata documentazione fotografica, in cui si legge che nell’area oggetto
del sopralluogo sono stati illecitamente abbandonati sul suolo rifiuti speciali pericolosi
e non pericolosi consistenti in “-nr.02 cisternette di plastica contenenti rifiuti quali cavi
elettrici e plastiche di vario tipo; -nr.01 autocarro modello Scania di colore bianco
mancante di parti meccaniche, privo di targhe ed in sato di abbandono; -varie
componenti in plastica di veicoli industriali; -vasi e latte contenenti pitture e vernici a
solventi; -raee quali personal computer, stampante e monitor; -rifiuti ferrosi, pezzi
meccanici (dischi freno, filtri esausti, estintori, latte di olio non bonificate, semiassi e
differenziali); -furgone FordTransit privo di targhe, fuori uso e in stato di abbandono;
-serbatoi di camion vuoti; -una cabina di trattore stradale fuori uso in stato di
abbandono; -vari sacchi neri contenenti rifiuti vari di plastica; – alcuni big bags aperti
contenenti rifiuti di plastica; -nr. 03 bancali con diversi bidoni pieni di prodotto
alimentare scaduto; -varie componentistiche quali radiatori, verosimilmente per celle
di refrigerazione; -una cabina fuori uso di veicolo marca Suzuki; -trattore modello
Scania fuori uso in evidente stato di abbandono con targa della Bulgaria; -cumuli di
rifiuti di plastica; -n.01 scarrabile di colore giallo contenente rifiuti di carta, cartone,
legno, plastiche; -cabina Iveco Magirus di colore bianco fuori uso in evidente stato di
abbandono; -cabina di veicolo non identificabile fuori uso in evidente stato di
abbandono; -alcuni big bags sparsi sul piazzale contenenti rifiuti plastici, legno; -nr.06
serbatoi di camion vuoti; -una cisternetta in plastica contenente liquidi oleosi non
meglio identificabili; -circa 300 mc di rifiuti legnosi costituiti da bancali ed altre
tipologie di legno; -un pianale di un vecchio rimorchio con al di sopra parti di telaio e
meccaniche; -un container di colore bianco riportante la scritta “A” contenente rifiuti
plastici; -container di colore bianco contenente rifiuti quali pezzi di veicolo, un
radiatore con all’interno liquidi ed altre parti meccaniche; -nr.01 container di colore
bianco contenente vecchi infissi di alluminio; nr.01 bancale con vecchi sacchi
contenenti segatura; -una cabina per autocarro di colore bianco fuori uso di marca
Renault; -una cabina per autocarro di colore bianco fuori uso di marca Renault
Magnum; -una cabina per autocarro di colore bianco fuori uso; -una cabina per
autocarro di colore bianco fuori uso di marca Iveco; -nr.02 cisternette in pvc da1 mc
circa cadauna contenenti liquido oleoso di colore bluastro verosimilmente del
distaccante per edilizia.”
– le indagini eseguite nell’immediatezza hanno portato all’individuazione dei
responsabili del fatto;
– sono stati contestati illeciti specifici a carico di OMISSISS, in qualità di legale
rappresentante della ditta OMISSISS con sede a Volpago del Montello (TV) in
OMISSISS,
ORDINA
al Sig. OMISSISS, in qualità di legale rappresentante della ditta OMISSISS con sede a
Volpago del Montello (TV) in OMISSISS, la caratterizzazione, la rimozione e lo smaltimento
dei rifiuti presenti nell’area ed il ripristino dello stato dei luoghi;
PRESCRIVE
ai fini dello smaltimento, la presentazione entro 15 giorni dal ricevimento del presente
provvedimento, di un programma di smaltimento dei rifiuti oggetto della presente ordinanza,
che contenga almeno i seguenti elementi:
– natura e quantità dei rifiuti;
– impianti autorizzati ove saranno smaltiti i rifiuti;
– tempi di attuazione del programma di smaltimento.
Si informa che il responsabile del procedimento, ai sensi dell’art. 4 della legge 241/90 è l’ing.
i. Mazzero Alessandro, responsabile dell’Ufficio Tecnico Lavori Pubblici – Urbanistica.
Avverso il presente procedimento è ammesso il ricorso al TAR Veneto entro 60 gg. dal
ricevimento, oppure il ricorso al Presidente della Repubblica entro 120 gg. dal ricevimento.
La mancata ottemperanza al presente provvedimento sarà perseguita ai sensi dell’art. 255
comma 3 testo unico in materia ambientale, D.Lgs. n.152 del 2006 e ss.mm.ii.
Il Sindaco
Guizzo ing. Paolo
Documento firmato digitalmente
ai sensi del D.Lgs. 82/2005 e s.m.i. e norme collegate,
sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa.

Lascia un commento