Custodia e mantenimento cani randagi (Det. 84/2019 – € 5000)

IMPEGNO DI SPESA PER CUSOTIDA E MANTENIMENTO CANI RANDAGI PRESSO RIFUGIO DEL CANE A SEGUITO ADESIONE CONVENZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA TRA COMUNI ANNO 2019


IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO POLIZIA LOCALE
VISTA la Legge n. 281 del 1 4.08.1 991 e succ.mod ed int. in tema di prevenzione del
fenomeno del randagismo;
VISTA la Legge Regionale 60 del 28 Dicembre 1 993 e Legge n° 1 7 del 1 9 Giugno 201 4 e
smi sulla tutela degli animali da affezione e prevenzione del randagismo;
PRESO atto che tutte le incombenze relative alla gestione cattura apposizione dei microchip
e il controllo delle colonie feline spetta alla Ulss 2 competente, e al Comune in concorso con le
associazioni animalistiche protezionistiche secondo quanto previsto dalla legge 60 del 28
Dicembre del 1 993 e smi;
CONSIDERATO le spese relative alla custodia dei cani catturati nel territorio se privi di
Microchip e non riconducibili a soggetto certo, e che le spese per il controllo delle colonie feline
con apposizione dei relativi Microchip sono a carico dell’amministrazione Comunale ;
VISTA la deliberazione di Consiglio Comunale n.6 del 1 1 /03/201 3 di approvazione della
convenzione tra i Comuni di Treviso con cui ha aderito alla gestione in forma associata del
servizio di ricovero custodia e mantenimento dei cani catturati nel territorio, presso il Rifugio del
cane avente sede in Merlengo di Ponzano Veneto (TV), via Fossa n. 5;
VISTA la nuova deliberazione di Consiglio n° 51 del 23/11 /201 6 con la quale questa
amministrazione intende continuare ad aderire alla convenzione per la gestione in forma associata
del servizio di ricovero custodia e mantenimento dei cani catturati nel territorio, presso il “Rifugio
del Cane” avente sede in Merlengo di Ponzano Veneto (TV), via Fossa n. 5;
VISTO che a seguito dell’indizione della gara d’appalto conclusa nel 201 8, il Comune di
Ponzano comune capofila ed incaricato per la gestione, con determina n° 672 del 04/1 2/201 8 ha
disposto di aggiudicare in via definitiva l’appalto per la gestione e custodia dei cani vacanti,
all’E.N.P.A. Ente Nazionale Protezione Animali Onlus con sede centrale in Roma in via Attilio
Regolo 27, ad un costo giornaliero per il mantenimento dei cani di € 2,35, e che gestirà il servizio
presso il Rifugio del Cane di Ponzano Veneto in via Fossa 5;
CONSIDERATO che i costi spettanti per ciascun Comune saranno calcolati sulla base degli
animali giacenti presso il canile per i giorni di permanenza effettiva;
VISTO l’art.1 comma 450 della legge n° 296/27.1 2.2006 come modificato dal’art.7 comma 2
del dl n° 52 del 07/05/201 2 convertito nella legge n° 94 del 06/07/201 2, e dato atto che il presente
acquisto ha per oggetto beni/servizi non compresi tra quelli presenti nel mercato elettronico della
pubblica amministrazione istituito da Consip spa;
AREA POLIZIA MUNICIPALE n. 84 del 04-03-2019 – pag. 1
VISTO l’art.1 del D.L. N° 95 DEL 06/07/201 2 convertito in legge N°1 35 del 07/08/201 2
nonché l’art.26 comma 3 della legge n°488 del 23/1 2/1 999 e dato atto che il presente servizio
viene reso attraverso adesione a convenzione tra comuni associati a seguito di procedura di
indizione di gara ad evidenza pubblica e relativo contratto di appalto in quanto non risultano attive
altre convenzioni riguardanti detta tipologia di servizio comparabili con quelli oggetto del presente
atto;
VISTO il contratto di appalto sottoscritto tra le parti con repertorio n°1 492 e le relative
condizioni in esso accluse;
CONSIDERATO che la convenzione prevede che la durata dell’appalto è di anni tre
201 9-2020-2021 , e che l’associazione cui sarà affidato il servizio di Custodia dei cani dovrà
attenersi alle condizioni stabilite con convenzione e a quanto indicato nel bando e da quanto
previsto dalla normativa vigente in materia;
VISTI i costi sostenuti nell’anno 201 8 pari ad € 4281 ,1 6;
CONSIDERATO che questo Comune non è dotato di struttura canile alternativa e idonea
alla custodia dei cani randagi e che per legge ha l’obbligo di far catturare e mantenere in canile i
cani randagi presenti nel proprio territorio;
PRESO ATTO che la cattura dei cani randagi, e le colonie feline presenti nell’ambito del
territorio comunale saranno gestite dall’Ulss n. 2 – Servizi Veterinari e Sanità Animale, gli animali
randagi, verranno inviati per la custodia sanitaria presso il canile sanitario di Ponzano Veneto per
poi transitare presso il Rifugio del Cane di Ponzano Veneto (TV) per la successiva custodia ed
eventuale affido, o adozione;
VISTA la delibera di Giunta n° 3 del 201 9 di approvazione del PEG 201 9;
VISTO l’art. 1 07 del D. Lgs. n. 267 del 2000 e succ. mod.;
ACQUISITI il parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica del responsabile del Servizio
Polizia Locale V.C. Paolo Gasparetto, e il parere Favorevole del Responsabile del Servizio
Finanziario, Sig.Martin Levis, in ordine alla regolarità contabile, ai sensi dell’ art.1 47 dis del Dlgs
267/2000;
VISTO il Decreto del Sindaco di nomina di responsabile del Servizio Polizia Locale n. 1 1 del
201 8;
VALUTATA la correttezza dell’istruttoria;
DETERMINA
Di assumere l’impegno di spesa di €.5000,00 al capitolo n. 487 del bilancio 201 9, quale spesa
presunta a favore dell’ENPA Ente Nazionale Protezione Animali con sede legale in Roma in via
Attilio Regolo 27- PI 021 25341 004 cod.fisc. 801 1 6050586, per il servizio di mantenimento e
custodia dei cani randagi e/o abbandonati catturati nell’ambito del territorio comunale per l’anno
201 9.
La liquidazione delle spese sia all’ENPA, avverrà, a seguito fatturazione elettronica e di idonea
rendicontazione con registro di carico e scarico relativo alle giornate di permanenza dei cani
presso il canile
Di dare atto che tale impegno di spesa è compatibile con i pagamenti previsti nel corso
dell’esercizio finanziario corrente e nel rispetto delle regole di finanza pubblica, e che il presente
AREA POLIZIA MUNICIPALE n. 84 del 04-03-2019 – pag. 2
provvedimento diventa esecutivo con l’apposizione del visto di regolarità contabile attestante la
copertura finanziaria;
Che ilo servizio sarà reso nel corso dell’anno 201 9;
Di dare atto che il CIG è 7531 3770EA;
F.to Il Responsabile del Servizio
GASPARETTO PAOL
O

Lascia un commento