Asco – difesa per ricorso Tar Plavisgas (Del. GC 6/2019)

RICORSO AVANTI IL TAR VENETO DA PARTE DI PLAVISGAS SRL CONTRO I COMUNI DI VOLPAGO DEL MONTELLO, NERVESA DELLA BATTAGLIA E VILLORBA – COSTITUZIONE IN GIUDIZIO E AFFIDAMENTO DELL’INCARICO LEGALE DI RAPPRESENTANZA IN GIUDIZIO.


LA GIUNTA COMUNALE
Premesso che in data 28/12/2018 è stato notificato al Comune di Volpago del Montello e ai
Comuni di Villorba e Nervesa della Battaglia, oltre che nei confronti di Asco Holding s.p.a.,
BlueEnergy Group s.p.a. e Comune di Conegliano, ricorso al TAR Veneto, con istanza cautelare,
promosso da PLAVISGAS s.r.l., in persona del suo legale rappresentante pro tempore, società
rappresentata e difesa dagli Avvocati Massimo Malvestio del Foro di Treviso e Franco Zambelli del
Foro di Venezia e presso quest’ultimo domiciliata, per l’annullamento – previa sospensiva – delle
rispettive Delibere di Consiglio Comunale di modifica delle partecipazioni societarie detenute dai
Comuni sopra citati, limitatamente alle partecipazioni in Asco Holding s.p.a. e – per quanto riguarda
il Comune di Volpago del Montello, in particolare – della Deliberazione di Consiglio Comunale n. 44
del 29/09/2018, nonché di ogni altro atto ad essa connesso per presupposizione e/o
consequenzialità;
Precisato che il suddetto ricorso è stato notificato al Comune di Volpago del Montello, nella
persona del Sindaco pro tempore, a mezzo Plico Raccomandato del 28.12.2018, e assunto agli atti
di questo Ente al protocollo in data 03.01.2019 al n. 94;
Ritenuto opportuno costituirsi in giudizio avanti il TAR Veneto per il suddetto ricorso, al fine di
difendere le ragioni del Comune;
Premesso inoltre che:
l’art. 17 del D. Lgs. 50/2016 ha stabilito che i servizi di rappresentanza – legale in un
procedimento giudiziario sono oggetto di contratto d’appalto e che a tale tipologia di appalto in
quanto escluso, sempre secondo l’art. 17, non si applicano le disposizioni recate dallo stesso
Decreto n. 50/2016;
– è in ogni caso opportuno provvedere alla designazione del procuratore legale del Comune
applicando comunque i principi fondamentali del D. Lgs. 50/2016 ed in particolare i principi di
economicità, efficacia, tempestività e correttezza (art. 30);
– sulla scorta di tali principi risulta opportuna l’applicazione, volontaria e non imposta, di alcune
norme del D. Lgs. 50/2016, in particolare ci si riferisce all’art. 36, comma 2 lettera a) che
consente affidamenti diretti per appalti di valore fino a 40,000,00 euro;
– nel caso in esame la motivazione dell’affidamento diretto consiste nell’urgenza imposta dalla
necessità di elaborare e depositare in tempo utile la memoria difensiva contro il ricorso sopra
descritto, dato che la discussione dell’istanza cautelare è prevista per il giorno 23 gennaio 2019;
Ritenuto opportuno, alla luce dei principi di economicità ed efficacia enucleati nelle linee guida
Anac n. 12 del 24/10/2018, nominare, per la rappresentanza legale di questo Ente, i medesimi
legali individuati dagli altri Comuni – Villorba e Nervesa della Battaglia – citati nel ricorso di
Plavisgas ed affidare quindi l’incarico di rappresentanza legale del Comune di Volpago del
Montello all’Avv. Giacomo QUARNETI del Foro di Padova, il quale si è dichiarato disponibile, con
nota assunta al protocollo di Villorba n. 1900 in data 14.1.2019, in collaborazione con l’Avvocato
Maurizio Camillo BORRA dello Studio Legale Associato BBCZ del Foro di Vicenza, al quale verrà
conferito mandato da esercitare secondo ogni più ampia facoltà di legge, eleggendo domicilio
legale presso gli indirizzi PEC dei legali stessi;
Preso atto che il compenso complessivo da dividere pro-quota fra i tre Comuni interessati di
Volpago del Montello, Nervesa della Battaglia e Villorba, che possiedono la medesima quota di
partecipazione nella società, ammonta ad un importo massimo complessivo di € 15.225,60, e
precisamente:
– € 5.000 per la fase di studio della controversia;
– € 5.500 per la fase introduttiva del giudizio e cautelare;
– € 1.500 per l’eventuale fase istruttoria per la fase decisoria;
più il contributo C.P.A. al 4%, oltre all’I.V.A. al 22%;
Accertato pertanto l’impegno complessivo massimo, per quanto di competenza del Comune di
Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del D.Lgs 82/2005 s.m.i. e norme collegate, il quale sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa
DELIBERA DI GIUNTA n. 6 del 16-01-2019 Pag. n.2 COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO
Volpago del Montello, in un terzo dell’importo sopra quantificato e quindi in € 5.075,20, importo
presuntivo da precisare in sede di futuro atto di determinazione dell’impegno di spesa da parte del
Responsabile del Servizio;
Visti i pareri espressi, ai sensi dell’art.49 del Tuel, dalla Responsabile dell’Area Amministrativo –
Demografica in merito alla legittimità tecnica dell’atto e dal Responsabile dell’Area Economica
Finanziaria in merito al rispetto dei limiti finanziari e di bilancio;
CON VOTI favorevoli unanimi resi nei modi di legge,
D E L I B E R A
Di approvare i richiami, le premesse e l’intera narrativa quali parti integranti 1. e sostanziali del
dispositivo;
2.Di autorizzare il Sindaco a costituirsi in giudizio a difesa delle ragioni del Comune avanti il TAR
Veneto a seguito del ricorso, di cui in premessa, presentato dalla Plavisgas s.r.l. con sede in
San Vendemiano (TV), tramite i suoi legali, Avv.ti Massimo Malvestio del Foro di Treviso e
Franco Zambelli del Foro di Venezia (e presso quest’ultimo domiciliata);
3.Di indicare di affidare l’incarico della difesa delle ragioni del Comune, unitamente ai Comuni
cointeressati di Villorba e Nervesa della Battaglia, all’Avvocato Giacomo Quarneti, del Foro di
Padova, con Studio a Padova in Piazza Giovanni XXIII n. 2 , il quale si è dichiarato disponibile
in collaborazione con l’Avv. Maurizio Camillo Borra, del Foro di Vicenza, dello Studio Legale
Associato BBCZ, a Vicenza, in Viale del Mercato Nuovo n. 71, ai quale verrà conferito il relativo
mandato, eleggendo contestualmente domicilio per quanto riguarda il ricorso de quo presso gli
indirizzi PEC dei legali stessi, per un importo presunto di spesa, comprensivo di I.V.A.,
contributo C.P.A, e anticipazioni, pari – per quanto di competenza del Comune di Villorba – ad €
5.075,20, da precisare in sede di impegno di spesa assunto con futura Determinazione del
Responsabile Area Amministrativo – Demografica;
4.Di autorizzare il Responsabile Area Amministrativo – Demografica a provvedere all’assunzione
del relativo impegno di spesa e delle eventuali integrazioni che si rendessero necessarie nel
prosieguo della causa.
Altresì
D E L I B E R A
con separata apposita votazione espressa in forma palese ad esito favorevole unanime, di
dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, c. 4°, del D.
Lgs. n. 267 del 18/08/2000, in considerazione dell’urgenza di provvedere ad attuare quanto sopra.

Lascia un commento